30 maggio 2017
Aggiornato 13:00
In piazza Unità d'Italia

Festa dell'Unita nazionale, Torrenti: «Cerimonia per ricordare che siamo parte dello stesso popolo»

L'assessore regionale a margine dell'alzabandiera: «Davvero emozionante ritrovarsi con tutti i Comuni dell'area triestina, con il prefetto e con i bambini che hanno cantato l'inno nazionale»

(© Regione Friuli Venezia Giulia)

TRIESTE -  "Una cerimonia molto importante per ricordare opportunamente le ragioni dell'essere assieme, di fare parte dello stesso popolo, condividendo cultura e interessi anche in un'area inclusiva di confine». È il commento dell'assessore alla Cultura del Friuli Venezia Giulia, Gianni Torrenti, a margine dell'alzabandiera svoltosi oggi a Trieste, in piazza Unità d'Italia, per festeggiare l'anniversario della fondazione del Regno d'Italia, risalente al 1861. "Davvero emozionante - ha aggiunto Torrenti - ritrovarsi con tutti i Comuni dell'area triestina, con il prefetto e con i bambini che hanno cantato l'inno nazionale. È una festa proclamata solo nel 2012 ma che ha radici lontane anche se per Trieste risalgono a tempi decisamente più recenti".