30 maggio 2017
Aggiornato 13:00
settore marittimo

Il Montenegro a lezione dal cluster industriale marittimo del FVG

Una delegazione incontrerà i rappresentanti di MareFVG e di Aries, l’Agenzia Speciale della Camera di Commercio di Trieste, con l'obiettivo di imparare dall’esperienza del Friuli Venezia Giulia come creare un cluster analogo per il settore nel loro paese

TRIESTE - Imparare dall’esperienza del Friuli Venezia Giulia come creare un cluster analogo per il settore nel loro paese. E' questo l'obiettivo delle visite che coinvolgeranno, domani e giovedì, dodici delegati del Montenegro curiosi di conoscere le realtà del settore marittimo di Trieste e Monfalcone. Gli "ospiti" incontreranno i rappresentanti di MareFVG, il cluster industriale marittimo del Friuli Venezia Giulia, e di Aries, l’Agenzia Speciale della Camera di Commercio di Trieste.  Fra i delegati vi sono rappresentanti dei tre principali porti montenegrini (Bar, Cattaro e «Porto Montenegro»), dell’Agenzia Governativa per la Sicurezza Marittima, della facoltà marittima dell’Università del Montenegro, della Camera dell’Economia e di alcune agenzie di shipping. Continua dunque la costruzione di legami attivi tra il settore navale regionale e quello dei paesi dell’Europa orientale, questa volta nell’ambito di una attività della Central European Initiative che sostiene azioni di know-how exchange, proprio con l’obiettivo di favorire la crescita di alcune aree beneficiando dell’esperienza di altre realtà. 

Lo scopo dell'incontro
Come si crea e gestisce un cluster dedicato all’industria navale? Mare FVG insieme ad Aries lo insegnerà a una delegazione montenegrina, giunta nella nostra regine proprio a questo scopo. Mercoledì prossimo i dodici rappresentanti della nazione balcanica saranno in visita a Trieste, mentre giovedì si recheranno a Monfalcone dove visiteranno alcune realtà del settore. «L’impegno di MareFVG e Aries è quello di trasferire alcune buone pratiche per la gestione di un cluster di questo genere, partendo dalla nostra esperienza professionale», spiega Carlo Kraskovic, di MareFVG che sarà presente alla visita. «Siamo già stati in Montenegro proprio per questo progetto e ad aprile vi torneremo per avviare alcune azioni pilota». La collaborazione si inserisce in una strategia più ampia che vede il Friuli Venezia Giulia impegnato nel creare una rete di rapporti con i paesi sul bacino del Mediterraneo dell’est e del Mar Nero (qualche mese fa per esempio la Regione e Mare FVG hanno infatti firmato un protocollo di intesa con la Bulgaria).