Pallanuoto - A1

Trieste impatta col Torino 81: tanti rimpianti, ma il punto muove la classifica

Finisce 5-5 la sfida della “Bruno Bianchi” tra Pallanuoto Trieste e Torino 81, valevole per la decima giornata di ritorno della serie A1 maschile

TRIESTE - Un punto che muove la classifica, arrivato tra più di qualche rimpianto. Finisce 5-5 la sfida della «Bruno Bianchi» tra Pallanuoto Trieste e Torino 81, valevole per la decima giornata di ritorno della serie A1 maschile. E’ stata una gara un po’ anomala, caratterizzata da moltissimi errori in fase offensiva, nonostante tutto emozionante e appassionante per i 700 spettatori che hanno gremito la piscina di Sant’Andrea, e incitato costantemente i ragazzi in calottina bianca. Il pareggio in ogni caso permette alla formazione sponsorizzata Samer & Co. Shipping di allungare (anche se di poco) sulle dirette rivali. I risultati dagli altri campi sono sostanzialmente favorevoli, con il pareggio tra Acquachiara e Lazio (8-8) e le sconfitte di Ortigia Siracusa e Roma Vis Nova. Conquista il bottino pieno solo il Bogliasco, che batte il Quinto e lo condanna alla retrocessione diretta in A2. ««La lotta per evitare i play-out si fa sempre più incerta – commenta a fine gara il d.s. alabardato Andrea Brazzatti – a differenza di quella per il vertice, decisa già da diverse settimane. Ci teniamo questo punto, abbiamo quasi sempre rincorso, diciamo che se avessimo perso sarebbero stati guai». 

La partita
In avvio di gara la Pallanuoto Trieste prova a metterla sul ritmo, ma i ragazzi di Stefano Piccardo sbagliano tantissimo in fase offensiva. Serve una doppia superiorità numerica, convertita in un tiro di rigore trasformato da Elez, per sbloccare la situazione dopo 5’. Bezic però colpisce dalla distanza e ristabilisce la parità: 1-1 alla fine del primo periodo. Nella seconda frazione il copione resta identico, con la Pallanuoto Trieste che costruisce gioco ma non finalizza. La differenza sostanziale è che gli ospiti invece capitalizzano ogni occasione. Presciutti firma l’1-2 e 50’’ dopo Giuliano insacca dalla distanza l’1-3. Capitan Giorgi prova a suonare la carica con l’immediato gol del 2-3, ma Bezic trasforma l’unica azione in superiorità numerica della partita per la rete del 2-4 di metà gara. Nel terzo periodo la Pallanuoto Trieste si getta in attacco con coraggio, chiude bene dietro ma ancora una volta ha il torno di non trovare la rete. Servono ben 7’22’’ per vedere il primo gol, lo segna Vukcevic su assist di Di Somma. Si entra negli ultimi 8’ di gioco con il Torino 81 avanti per 3-4. In apertura di quarto periodo il pareggio alabardata arriva praticamente immediato, grazie a Rocchi (4-4). Passano 20’’ e il Torino è di nuovo avanti con Azzi (4-5). Trieste trova il nuovo pari con Petronio, che infila alla spalle di Rolle dalla distanza: 5-5 a 5’43’’ dalla fine. La tensione è alle stelle, i padroni di casa gettano alle ortiche un paio di superiorità numeriche, imitati comunque dalla squadra in calottina blu. A 40’’ dalla fine il Torino gestisce l’ultimo possesso, ma i piemontesi commettono fallo in attacco. La controfuga alabardata è velocissima, Elez serve Petronio tutto solo davanti a Rolle, che però strozza in gola ai tifosi alabardati l’urlo di gioia a 2’’ esatti dalla sirena finale. Finisce 5-5, a tre giornata dalla fine della regular-season sono proprio 5 i punti di vantaggio della Pallanuoto Trieste sulla zona play-out. «Abbiamo giocato male in attacco – conclude l’allenatore Stefano Piccardo – soprattutto a difesa schierata. Siamo andati sotto, abbiamo fatto uno sforzo notevole per rimontare e nel finale poteva davvero succedere di tutto. Ci prendiamo questo punto, abbiamo ancora tre partite, lotteremo fino in fondo»

Il tabellino
PALLANUOTO TRIESTE – TORINO 81 5-5 (1-1; 1-3; 1-0; 2-1) 

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio, Giorgi 1, Giacomini, Di Somma, Rocchi 1, Vukcevic 1, Elez 1, Mezzarobba, Obradovic, Vannella. All. Piccardo 

TORINO 81: Rolle, Novara, Mantero, Azzi 1, Maffè, Oggero, Bezic 2, Vuksanovic, Presciutti 1, Audiberti, Gaffuri, Giuliano 1, Aldi. All. Aversa 

Arbitri: Collantoni e Petronilli 

NOTE: nessuno uscito per limite di falli; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 0/6 + 1 rigore, Torino 81 1/9; spettatori 700 circa

Tutto su: