L'evento

Link 2017, tutto pronto per il Festival del Giornalismo: tra gli ospiti anche Buffa

L’attualità riletta dal “buon giornalismo” è il leitmotiv di Link, Premio Luchetta incontra 2017, in programma nella Fincantieri Newsroom di Trieste da venerdì 21 a domenica 23 aprile con i grandi protagonisti dell’informazione

 (© Sportal)

(© Sportal)

TRIESTE – L’attualità riletta dal «buon giornalismo» è il leitmotiv di Link, Premio Luchetta incontra 2017, in programma nella Fincantieri Newsroom di Trieste da venerdì 21 a domenica 23 aprile con i grandi protagonisti dell’informazione. Sulle ‘trincee’ più calde di queste ore si confronteranno il corrispondente Rai a Londra Stefano Tura, il Direttore Rai News Antonio Di Bella e il caporedattore di Sette Edoardo Vigna, per un’analisi in presa diretta fra Brexit, Francia al voto e Unione Europea sotto la pressione dei populismi. L’editorialista Alan Friedman, fresco autore del saggio «Questa non è l’America», e la giornalista Tiziana Ferrario, a lungo corrispondente Rai da New York, ci accompagneranno a scoprire e capire gli Stati Uniti dell’era Trump. Corrado Augias, scrittore, saggista e commentatore del nostro tempo, sarà voce narrante di un decennio accelerato che ci ha proiettato nel futuro e in un mondo sempre più indecodificabile. Le inviate Lucia Goracci e Barbara Gruden, volti e voci familiari al pubblico delle news, ci guideranno nella polveriera del mondo: il Medio Oriente assediato da guerre e terrorismo, sospeso fra gli interventismi occidentali troppo spesso inefficaci, il decisionismo di un tutor asiatico forte e discutibile - la Russia di Putin - e la recentissima prova di forza made in Trump. Cominciò tutto in Afghanistan? La geopolitica se lo chiede spesso e pochi giorni fa è in Afghanistan che Trump ha scagliato la sua nuova intimidazione sganciando Moab, la ‘madre di tutte le bombe’: di «Afghanistan, missione incompiuta» converseranno l’inviato Rai Nico Piro e uno storico inviato, l’autore e conduttore di Terra! Toni Capuozzo. 

Notizie vere o fake? 
Intanto l’Occidente resta sotto una impalpabile ma serrata «dittatura»: quella dell’economia, tema centrale del libro «Gli oracoli della Moneta» scritto dal vicedirettore del Sole 24 Ore, Alberto Orioli, che ne discuterà con il conduttore Tg2 Dario Laruffa. Esplorare scenari e dinamiche del nostro tempo significa investigare con attenzione anche la rete e il suo portato ‘virale’: quali sono i fondamentali del fact checking, come destreggiarsi fra news in rete e bufale? Ci orienterà a Link la giornalista e blogger Gabriela Jacomella, cofounder di Factchekers.it, in dialogo con la direttrice del Tg2 Ida Colucci, il presidente FNSI Beppe Giulietti e il giornalista de La Stampa Beniamino Pagliaro, fondatore di Good Morning Italia.

C'è lo sport con... Buffa
Ancora a Link 2017: l’attualità nel quotidiano, a partire dal cibo: sull’urgenza di imparare a conoscerlo per vivere meglio si confronteranno l’agroeconomista Andrea Segrè, fresco autore di «Mangia come sai» e la giornalista Giulia Innocenzi, autrice di «Tritacarne» e protagonista del programma denuncia su Rai2 «Animali come noi». Dei tanti «Talenti d’Italia» dialogheranno il vicepresidente della Stampa Estera Maarten Van Aalderen e lo scrittore e redattore Ansa Francesco de Filippo. Al Festival del buon giornalismo torneranno Floriana Bulfon e Cristina Mastrandrea, Premio Luchetta 2016 per il miglior Reportage: di «Invisibili», video-inchiesta sui minori stranieri soli nel nostro Paese, converseranno con il giornalista e scrittore Roberto Vitale e con Paolo Rozera, Direttore Generale di Unicef Italia. «Da Francesco a Francesco», dal grande Frate di Assisi al nostro grande Pontefice: ne converserà Padre Enzo Fortunato, giornalista e Direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, con l’editorialista Franco Del Campo. A Link 2017 l’attualità e l’inchiesta diventano evento scenico: il giornalista di Sky Federico Buffa, in dialogo con il presidente della Pallacanestro Alma Trieste Giovanni Marzini, racconterà le sue performance di narrazione intorno allo sport e ai suoi grandi personaggi. L’icona della critica musicale italiana, Mario Luzzatto Fegiz, da poco in libreria con l’autobiografico «Troppe Zeta nel cognome», converserà con i colleghi Carlo Muscatello, critico musicale del Piccolo, e Fabrizio Basso, giornalista di SkyTg24.