Cronaca

Smantellata un'organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di droga: 7 arresti

L’indagine è partita dall’arresto, nel mese di settembre del 2016, di un soggetto di Duino Aurisina, D.D. 42enne, che aveva attivato un canale di rifornimento da Napoli, grazie all’intermediazione di un soggetto originario di quella città

 (© Carabinieri)

(© Carabinieri)

TRIESTE - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Aurisina, al termine di una complessa ed articolata attività investigativa coordinata dal PM Paolo Ancora, Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Gorizia, hanno tratto in arresto, per traffico di sostanze stupefacenti, i cittadini albanesi L.T. 33enne ed E.H. 29enne, G.E. 46enne di Napoli, A.Z. 61enne di Grado, L.L. 68enne di Monfalcone (GO) e D.D. 42enne di Duino-Aurisina. I provvedimenti sono stati emessi dalla D.ssa Rossella Miele, GIP di Gorizia. L’indagine è partita dall’arresto, nel mese di settembre del 2016, di un soggetto di Duino Aurisina, D.D. 42enne, che aveva attivato un canale di rifornimento direttamente da Napoli, grazie all’intermediazione di un soggetto originario di quella città, G.E. 46enne. Mediamente il quantitativo ordinato mensilmente si aggirava intorno ai 100 grammi, che venivano smerciati tra Trieste, Duino, Monfalcone e Grado. 

L'operazione
L’attività di indagine condotta dai Carabinieri ha consentito così di risalire ad una fitta rete di importatori di droga e di piccoli spacciatori, che avevano il compito di smerciare lo stupefacente per le strade della provincia. In particolare il soggetto monfalconese, L.L. 68enne, aveva attivato un ulteriore canale di rifornimento su Milano, ove i due soggetti albanesi, L.T. 33enne ed E.H. 29enne, provvedevano a rifornirlo di quantitativi anche più consistenti del canale napoletano. In due occasioni, i Carabinieri sono riusciti a documentare diverse consegne di cocaina (da 100 e da 350 grammi ciascuna), nelle province di Trieste, Gorizia e Verona, dove il tempestivo intervento ha consentito il sequestro dello stupefacente. L’intera attività, minuziosa e ricca di riscontri oggettivi e verifiche operate «sul campo», ha consentito di far emergere un impressionante giro di traffico e spaccio di stupefacenti (soprattutto cocaina), con un considerevole giro d’affari gestito dagli arrestati. Viene stimata una movimentazione complessiva dalla Campania e dalla Lombardia di circa 4 Kg circa di cocaina in 2 anni, per un valore sul mercato di circa 400 mila euro. Per uno degli arresti, L.L. 68enne di Monfalcone, sono stati documentati anche tre episodi di estorsione compiuti in provincia di Gorizia, attuati con gravi minacce nei confronti di uno spacciatore e di due consumatori, episodi riconducibili al recupero dei crediti per acquisti di sostanza stupefacente non onorati nei tempi da lui stabiliti. L’epilogo dell’indagine ha portato, oltre all’arresto dei 6 soggetti, anche alla denuncia in stato di libertà di altre 15 persone, tra cui 7 triestini, indagati a vario titolo per spaccio di sostanze stupefacenti nelle province di Gorizia e Trieste.