23 maggio 2017
Aggiornato 12:30
alla Risiera di San Sabba

25 aprile, Festa della Liberazione: tutte le iniziative in programma a Trieste

L'assessore Giorgio Rossi ha presentato il programma della cerimonia: «Spesso noi stessi, ma soprattutto le nuove generazioni non si rendono conto del prezzo pagato per la libertà e la democrazia del nostro Paese»

TRIESTE - Mercoledì 25 aprile, alle 11.00, alla Risiera di San Sabba a Trieste, si terrà la solenne cerimonia del 72° anniversario della Liberazione. Il programma prevede l'ingresso del picchetto militare e dei gonfaloni, la deposizione di corone d'alloro ( con una congiunta di Prefettura-Regione e Comune di Trieste) gli interventi di uno studente e di un rappresentante del mondo del lavoro, i discorsi , in italiano e sloveno, del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e del primo cittadino di Duino Aurisina Vladimir Kukanja, seguiti dai riti religiosi cattolico, ebraico, evangelico, serbo e greco ortodossi. Al termine il concerto corale dedicato a tutte le vittime della Risiera, a cura del Coro partigiano triestino Pinko Tomazic». Nella sala giunta del Comune di Trieste, l'assessore alla Cultura Giorgio Rossi con il direttore della Risiera Maurizio Lorber hanno presentato ufficialmente il programma della cerimonia, che prevede anche una serie di appuntamenti e iniziative di carattere storico e culturale rivolte in particolare ai giovani ma non solo. «Spesso noi stessi, ma soprattutto le nuove generazioni -ha detto l'assessore Giorgio Rossi- non si rendono conto del prezzo pagato per la libertà e la democrazia del nostro Paese». Da qui la necessità di sensibilizzare, proporre e riscoprire questi valori, anche attraverso iniziative e incontri che abbiano sempre come obiettivo quello di «creare ponti e non muri», percorrendo una strada dove c'è ancora molto da fare. 

Il programma
Tra gli appuntamenti collaterali, in collaborazione con il Circolo Charlie Chaplin, è stata presentata la rassegna cinematografica «Per non dimenticare», con proiezioni, nella sede di via Valdirivo 30 (o nel Cinema Teatro di Piazzale Rosmini), al mattino alle 9 per le scuole e alla sera alle 20.30 per tutti. Giunta alla sua tredicesima edizione e già iniziata mercoledì con «La memoria degli ultimi» di Samuele Rossi, la rassegna propone per venerdì 21 aprile, «La notte di San Lorenzo» di Paolo e Vittorio Taviani, per sabato 22 aprile «Davanti a lui remava tutta Roma» di Carmine Gallone e per mercoledì 26 aprile «Fuga per la vittoria» di John Huston. Per informazioni e prenotazioni 328 907 4018. Il programma delle iniziative prevede ancora, per lunedì 24 aprile, alle ore 18.00, in Risiera la presentazione della biografia di Zora Perello, a cura di SKGZ, ANPI e ANED. L'appuntamento sarà introdotto dalla professoressa Dunja Nanut con interventi bilingue arricchiti da letture di passi dalla biografia in sloveno e italiano. Da ricordare inoltre che domenica 2 luglio, alle 18, sempre in Risiera è in programma la quarta edizione del festival «Viktor Ullmann» della musica degenerata, concentrazionaria e dell'esilio. L'orchestra Abimà, diretta da Davide Casali, eseguirà le sinfonie n.3 e n.5 di Erwin Schulhoff. Infine l'Istituto regionale per la Storia del movimento di Liberazione nel Friuli Venezia Giulia ha organizzato la presentazione del volume «Il difficile cammino della Resistenza di confine» a cura di Anna Maria Vinci («Quaderni di Qualestoria» 38, Irsml Fvg 2016).