26 giugno 2017
Aggiornato 14:00
Pallanuoto A2

Trieste in trasferta, Colautti: «Contro Varese gara decisiva»

Nella gara di andata alla “Bruno Bianchi” le orchette si imposero per 14-12, l’obiettivo minimo quindi in caso di sconfitta è quello di conservare il vantaggio della differenza reti negli scontri diretti

Il capitano della Pallanuoto Trieste Francesca Ratelli, classe 1996 (© Pallanuoto Trieste)

TRIESTE - E’ il momento decisivo del campionato. Domenica 21 maggio, nell’ottava (penultima) giornata di ritorno della serie A2 femminile girone Nord, la Pallanuoto Trieste sarà di scena nella piscina «Fausto Fabiano» per affrontare le padrone di casa del Varese Olona. Inizio fissato alle 16. Si tratta di un confronto diretto importantissimo in chiave classifica. Il Varese è terzultimo con 18 punti, è reduce dallo stop esterno nel derby con il Como (9-6 per le Rane Rosa), e allo stato attuale sarebbe costretto ai play-out salvezza (come il Firenze Pallanuoto, mentre la Marina Militare è già retrocessa in serie B). Ma le lombarde hanno solo 3 punti da recuperare sulla Pallanuoto Trieste. In lizza per la salvezza diretta anche Promogest Quartu, che domenica ospiterà la capolista Rn Florentia, e Locatelli, atteso dal derby ligure con la cenerentola Marina Militare. 

L'analisi di Colautti
Nella gara di andata alla «Bruno Bianchi» le orchette di Ilaria Colautti si imposero per 14-12, l’obiettivo minimo quindi in caso di sconfitta è quello di conservare il vantaggio della differenza reti negli scontri diretti. Ma l’allenatrice triestina non vuole correre rischi. «Giochiamo una partita dalla posta in palio molto alta – spiega appunto la Colautti – dovremo mantenere la concentrazione al massimo per tutta la durata del match. E’ una gara praticamente decisiva, servirà applicazione e tanta voglia di vincere». Per quanto riguarda la formazione che scenderà in vasca domenica, non ci sarà il portiere Gioia Krasti, che nelle tredici sarà rimpiazzata dall’Under 15 Gaia Gregorutti. Come contro l’Imperia, spazio anche per Matilda Tommasi. Dal punto di vista tattico, Ilaria Colautti ha le idee chiare: «Sarà fondamentale la difesa, dovremo limitare al massimo gli errori e non concedere loro gol facili come era accaduto nella gara di andata». Per quanto riguarda il Varese, attenzione in particolare alla tiratrice Serena Cerutti, 40 gol in campionato, e alla statunitense Bailey Gail Wickliffe. E soprattutto al pubblico lombardo, il fattore campo favorevole rappresenterà senza dubbio un’arma in più per la squadra allenata da Gionata Gesuato. 

Infine, la designazione arbitrale: la sfida tra Varese Olona e Pallanuoto Trieste sarà diretta dal fischietto Massimiliano Ruscica.