8 luglio 2020
Aggiornato 06:30
A Cormons

Goal a Grappoli, torna Federico Buffa

Lo storyteller di SkySport nuovamente nel centro collinare per parlare della storia dei Mondiali. Incontro anche con Bruno Pizzul, che riceverà la laurea honoris causa dall'Università di Udine

CORMONS«Goal a Grappoli» torna nella sua sesta edizione sabato 25 aprile. E sarà un'edizione pienamente dedicata alla storia dei Mondiali di calcio, con un protagonista indiscusso su tutti. Dato infatti il successo dell'edizione 2014,torna a Cormons lo storyteller Federico Buffa (SkySport), che parlerà – intervistato dal giornalista de Il Piccolo Marco Bisiach - della sua fortunata trasmissione «Storie Mondiali»andata in onda nello scorso anno e dal quale è stato tratto anche un libro edito da Sperling&Kupfer con l'omonimo titolo, scritto proprio da Buffa e dal giornalista Carlo Pizzigoni. L'incontro con Federico Buffa spazierà sull'intera storia dei Mondiali di calcio dal 1930 in poi, fino all'ultima edizione di Brasile 2014, che lo stesso Buffa ha commentato in prima persona per gli schermi di SkySport.

Premio alla Pro Gorizia
La conferenza che vedrà Buffa protagonista si terrà alle 18.30 in sala civica del Comune di Cormons e sarà il culmine della giornata di eventi: sarà anticipato alle 17.30 da un momento dedicato al calcio locale con la premiazione della Pro Gorizia, società partecipante al campionato di Seconda categoria, per aver conquistato il record nazionale di imbattibilità nel campionato in corso, seguito alle 17.35 da una conferenza sul tema «I Mondiali narrati dai media – Storie che hanno fatto la Storia» presentata dal professor Francesco Pira dell'Università di Messina e che vedrà la partecipazione dell'ex telecronista della Nazionale Bruno Pizzul, che di edizioni dei Mondiali ne ha personalmente seguite ben nove: da Messico '70 a Corea&Giappone 2002. Nel corso della serata saranno proposti dei brevi intermezzi musicali a tema suonati dalla saxtenorista Federica Agostini.

Laurea honoris causa a Pizzul
E proprio Pizzul sarà il protagonista di un altro evento collaterale che vedrà «Goal a Grappoli» collaborare con l'Università di Udine: mercoledì 29 aprile infatti il noto giornalista e padre nobile della manifestazione sarà insignito della Laurea Honoris Causa dall'Ateneo friulano in «Comunicazione integrata per le imprese e le organizzazioni», evento che si svolgerà proprio in concomitanza con l'edizione 2015 della manifestazione, rientrando di fatto tra gli eventi i suoi momenti cruciali. «Goal a Grappoli» nell'edizione alle porte inoltre rinnoverà la propria collaborazione anche con il territorio dell'Oltrepò Pavese, amicizia proficua che ha portato Cormons ed il proprio territorio ad essere valorizzato nella provincia lombarda nel corso della prima edizione della manifestazione fuori dai confini cormonesi, nel settembre dello scorso anno. "Goal a Grappoli" è organizzato dall'associazione Vinext in collaborazione con il Comune di Cormons.