17 novembre 2019
Aggiornato 02:30
Trasloco a settembre

Sant'Andrea "cede" l'ufficio postale a Sant'Anna

Uno sfratto esecutivo ha costretto Poste Italiane a lasciare gli spazi di via San Michele: la filiale di Gorizia 3 aprirà dopo l'estate in via Garzarolli

GORIZIA - Uno sfratto esecutivo costringe alla chiusura la filiale di Poste Italiane a Sant'Andrea. L'ufficio di Gorizia 3 chiuderà i battenti a settembre, come confermato dalla stessa direzione regionale di Poste italiane. Ma non si tratterà di una chiusura tout court: la filiale riaprirà infatti in via Garzarolli, accanto l'edicola-tabaccheria, dove sono già iniziati i lavori di adeguamento dei locali. 

«Per i rioni di Sant’Andrea e Campagnuzza sarà un grave problema - ha evidenziato in aula il consigliere comunale del Pd, Bozidar Tabaj -, anche perché molti degli utenti sono in là con gli anni, e spostarsi in città costituisce un disagio non da poco». Come sottolineato dall’esponente della minoranza slovena, «la filiale di Sant’Andrea era perfettamente funzionale alle esigenze dell’utenza: dotata di parcheggio e posizionata proprio dinanzi la fermata del bus, era facilmente raggiungibile dagli abitanti dei due quartieri. Oltretutto, dello spostamento dell’ufficio postale potrebbe risentire pure la vicina farmacia comunale: l’auspicio è che il sindaco si adoperi in ogni modo affinché la filiale non venga chiusa». 

Ma neppure a Sant'Anna sono contentissimi: «Siamo felici che finalmente anche il nostro quartiere venga dotato di un ufficio postale - spiega il consigliere comunale Franco Hassek -, ma la location scelta lascia qualche perplessità: manca nei paraggi un parcheggio capace di accogliere le auto degli utenti che arriveranno anche da altre parti della città e potrebbero quindi esserci disagi, considerando che a pochi metri si trova l’incrocio con via Faiti».