16 giugno 2019
Aggiornato 20:30
Manifestazione in piazza Montecitorio

Coldiretti Fvg fa sentire la propria voce a Roma

Il presidente Ermacora ha difeso l'utilizzo del latte per la produzione di formaggio contro la proposta di impiegare polvere di latte. Si rischia un danno di immagine incalcolabile per i prodotti del 'made in Italy'

TRIESTE - «Il formaggio con la polvere di latte lo vogliono gli industriali italiani perché la  polvere di latte costa 1/3 in meno del vero latte. Ma se si consentirà di fare anche in Italia il formaggio senza latte, come si fa in altre parti del mondo, distruggeremo l’immagine di grande qualità che hanno i nostri prodotti caseari, dando indirettamente un colpo mortale anche al nostro Montasio». Lo ha detto in piazza Montecitorio, a Roma, il presidente di Coldiretti Fvg Dario Ermacora  partecipando, assieme a una delegazione di dirigenti e di allevatori di Coldiretti del Fvg, alla manifestazione organizzata da Coldiretti per impedire il via libera in Italia al formaggio e allo yogurt senza latte. «Anche se le produzioni Dop – ha spiegato Ermacora – dovranno essere comunque prodotte con latte vero, dovranno confrontarsi con formaggi a prezzi ancora più bassi, e questo non lo aiuterà ad emergere». I danni per gli allevatori sarebbero ingenti: se l’industria dovesse utilizzare polvere di latte il prezzo del latte vero (oggi pari a 34 centesimi) scenderebbe ulteriormente, provocando la chiusura di migliaia di stalle in tutta Italia e il conseguente abbandono dei territori soprattutto nelle are montane e marginali.

1 kg di MOZZARELLA: 5 litri di latte alla stalla (costo 1,75 €)
                                       500 gr. di latte in polvere (costo 1,0 €)

1 kg di yogurt: 1,2 litri di latte alla stalla (costo 0,42 €)
                         120 gr. di latte in polvere (costo 0,24 €)