17 novembre 2019
Aggiornato 03:00
Tragedia in mare

Morto il sub colto da malore a Grignano

Il cuore di Thomas De Marchi ha cessato di battere all'ospedale di Cattinara. Il trentaquattrenne lavorara alla Grotta Gigante

TRIESTE – Si era sentito male durante un’immersione davanti al porticciolo di Grignano, martedì scorso. Da allora ha lottato per sopravvivere, ma giovedì il suo cuore ha smesso di battere. Thomas De Marchi, classe 1980, è morto all’ospedale di Cattinara lasciando nel dolore la moglie, i genitori e i due fratelli.

Il trentaquattrenne lavorava in Grotta Gigante, dov’era coordinatore alle dipendenze della società Alpina delle Giulie, la sezione di Trieste del Cai. Un grande amante della natura, appassionato di vari sport: sub, arrampicate, bici e montagna.

Sulle cause dell’incidente non ci sono ancora certezze. L’uomo si è sentito male durante l’apnea, e ad accorgersene è stata la moglie, insieme a lui a Grignano. Immediato l’intervento dei soccorsi, con un medico presente sulla spiaggia che ha praticato il massaggio cardiaco fino all’arrivo dell’ambulanza. Poi il trasferimento a Cattinara e l’inizio della battaglia per sopravvivere. Purtroppo, De Marchi non è più riuscito a riprendersi.