19 novembre 2018
Aggiornato 01:00

Gorizia in 4 lingue, in città la carica di 500 atleti

Presentata oggi l'iniziativa organizzata da Smilevents: si svolgerà tra Gorizia e Nova Gorica e coinvolgerà cinque discipline, dal basket alla pallamano, passando per volley, rugby e tennis
Partita di pallavolo nel corso della passata edizione di Gorizia in 4 Lingue
Partita di pallavolo nel corso della passata edizione di Gorizia in 4 Lingue ()

GORIZIA - Da Klagenfurt a Skofja Loka, da Tricesimo a Mestre, passando per Campoformido e Oderzo: Gorizia si prepara a diventare la capitale dello sport giovanile e a ospitare oltre 500 atleti. Tanti saranno infatti i partecipanti alla terza edizione del Torneo internazionale giovanile «Gorizia in 4 Lingue», organizzato dall'associazione Smilevents. Un evento senza precedenti per il capoluogo isontino, in quanto non solo avrà carattere transfrontaliero, ma sarà anche multidisciplinare, tanto da coinvolgere contemporaneamente la maggior parte delle strutture sportive cittadine, con una eccezione oltreconfine. Da venerdì 28 a domenica 30 agosto gli atleti (dagli Under 14 agli Under 17) provenienti da Austria, Slovenia, Friuli e altre regioni italiane si sfideranno in cinque sport, ovvero basket, volley, rugby, tennis e pallamano. Una entusiasmante tre giorni all'insegna del movimento, del divertimento e della conoscenza reciproca, oltre che un'occasione per assistere a tante avvincenti partite dal vivo. La manifestazione sarà unica anche per un altro motivo: per la prima volta uno dei padiglioni del quartiere fieristico di via della Barca si trasformerà infatti un un vero e proprio Villaggio olimpico, adibito all'accoglienza degli atleti e dei loro accompagnatori.

Il villaggio olimpico
Tante le novità dell'edizione 2015 della manifestazione, in grado di crescere anno dopo anno, non solo dal punto di vista numerico dei partecipanti, ma anche sul fronte delle collaborazioni e quindi dell'organizzazione. Per la prima volta grazie al torneo «Gorizia in 4 lingue» il quartiere fieristico di via della Barca diventerà appunto un Villaggio Olimpico: un'accogliente cittadella dello sport, che sarà allestita nel padiglione D dell'Ente Fiera di Gorizia. All'interno atleti, ma anche dirigenti e allenatori delle società di fuori regione saranno ospitati e avranno modo di conoscersi, concretizzando il clima di amicizia internazionale che è uno degli obiettivi principali che si sono prefissati i promotori dell'appuntamento.
«Siamo riusciti a radunare cinque discipline in un unico evento: un risultato praticamente senza eguali nel nostro Paese - ha sottolineato il presidente di Smilevents, Ascanio Cosma -. Siamo particolarmente felici poi della mobilitazione delle istituzioni e partner, coinvolte a pieno titolo nella realizzazione dell’iniziativa». Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte la portavoce del sindaco Patrizia Artico, la vicepresidente della Provincia Mara Cernic, l’assessore provinciale allo Sport Vesna Tomsic.

I campi da gioco
Saranno usate cinque palestre per volley e basket, un campo sportivo, ovvero quello di Piedimonte, per il rugby, l'impianto di Campagnuzza per il tennis e una struttura a Nova Gorica per la pallamano. In totale saranno otto gli impianti che ospiteranno le sfide del torneo, opportunità unica per riscoprire due discipline come la pallamano e il rugby. Il calendario delle partite sarà ovviamente definito una volta che saranno chiuse in via definitiva le iscrizioni, in ogni caso si può anticipare che saranno numerosi i momenti emozionati dell'evento. Gli incontri prenderanno il via alle 10 di venerdì 28 agosto e si susseguiranno in un emozionante crescendo fino a domenica 30.

L'inaugurazione
Tra i momenti a corredo dello sport, alle 19 sempre del 28 ci sarà la cerimonia ufficiale di apertura dei giochi, nel cuore del centro storico cittadino, ovvero nella suggestiva cornice di piazza Sant'Antonio. L'inaugurazione sarà organizzata e gestita dalla Extramind di Bassano del Grappa, che ha ideato una cerimonia fresca e vivace, adatta a coinvolgere i giovani partecipanti alla manifestazione ma anche gli spettatori e chi vorrà prendervi parte. Il torneo potrà vantare anche una colonna sonora: si tratta del brano «Crasi» del gruppo veneto Cantina dei Bardi. La canzone di lancio dell'album «Terzo tempo» è stata scelta per accompagnare l'evento in quanto particolarmente azzeccata, dal momento che racconta l'amore, la dedizione e la fatica che accompagnano chi persegue il proprio obiettivo nello sport.

I partner
 Per l'organizzazione del Torneo internazionale giovanile «Gorizia in 4 Lingue» l'associazione Smilevents potrà contare sulla disponibilità di una trentina di volontari e collaboratori, oltre che sul sostegno di tanti enti e realtà locali, indispensabili per la riuscita dell'iniziativa. L'evento gode del patrocinio di Comune e Provincia di Gorizia, Comune di Nova Gorica, Brigata Pozzuolo, Camera di Commercio e Udine e Gorizia fiere. Fondamentale è il sostegno della Fondazione Carigo, oltre all'aiuto degli sponsor Banca di Manzano e azienda Roncadin.