26 agosto 2019
Aggiornato 11:30
Il caso

Dieselgate Volkswagen, team di avvocati all'opera a Gorizia

Le azioni legali contro il Gruppo di Wolfsburg hanno trovato in Italia la strada maestra dell’azione giudiziaria penale promossa dal network internazionale di Avvocati Eurojuris: una sede anche nel capoluogo isontino

GORIZIA - E’ conto alla rovescia per l’attivazione dei procedimenti di tutela e rivalsa a seguito della frode Volkswagen e del cosiddetto «dieselgate», accertato a fine settembre su una vastissima serie di vetture della celebre casa automobilistica tedesca. Com’è noto, Volkswagen aveva messo a punto un’installazione di software capace di falsare i test di emissione e l’aveva fraudolentemente adottata a macchia d’olio sui propri veicoli – i modelli Golf, Polo, Jetta, Passat, Evo, Maggiolino, Sharan, Tiguan, TT e Volkswagen veicoli commerciali – ai danni degli ignari acquirenti. Il caso era scoppiato a seguito degli accertamenti del settembre scorso, ma in queste settimane si è fatta attendere un’indicazione certa sulle procedure attivabili a tutela e rivalsa di quello che si è tecnicamente configurato come «inadempimento - truffa contrattuale» da parte dell’azienda.  

Le azioni legali contro il Gruppo Volkswagen di Wolfsburg, partite dalla Francia, hanno trovato in Italia la strada maestra dell’azione giudiziaria penale promossa dal network internazionale di Avvocati Eurojuris che, coordinato dallo studio legale Faccio e Polleri di Torino, ha già incardinato un centinaio di querele. «Questa iniziativa – spiega l’avvocato Franco Ferletic dello studio DDF, riferimento Eurojuris in Friuli Venezia Giulia per l’azione giudiziaria contro Volkswagen -  viene considerata più efficace e più celere rispetto all’azione civile: si propone di far conseguire il risarcimento del danno subito non solo dal singolo consumatore, ma anche dalle aziende che, tenendo una condotta eticamente e contrattualmente corretta, certamente si ritroveranno, al momento della rivendita del proprio mezzo acquistato, un diverso minor valore del bene stesso». Proprio il posizionamento a tutela del mercato è fra i principi ispiratori di Eurojuris,l’associazione  nazionale aderente al Gruppo Europeo di Interesse Economico al quale afferiscono 720 Studi legali  con oltre 4000 avvocati o esperti giuridici, attivi nell’Unione Europea e in vari Paesi esterni alla Comunità, ammessi a far parte della rete in base a criteri  di qualità, opportunamente monitorati.  In Friuli Venezia Giulia la realtà collegata è appunto lo studio legale DDF con gli Avvocati Diego, Deboni e Ferletic. Nelle sedi di Trieste, Udine e Gorizia DDF è a disposizione dei clienti Volkswagen che intendono avere informazioni utili in vista dell’attivazione del procedimento. I termini utili giungeranno a decorrenza in data 20 dicembre 2015: restano quindi meno di 30 giorni per avviare tale iniziativa giudiziaria. Info:http://www.ddfavvocati.eu/