29 marzo 2020
Aggiornato 09:30
Presentato in Comune

Ecco il programma del Dicembre Goriziano

Oltre trenta eventi, si parte con la Fiera di Sant'Andrea. Dal 12 dicembre la pista di ghiaccio in piazza Vittoria, si rianima anche via Rastello

GORIZIA «Oggi più di sempre è giusto dare un messaggio di speranza e di stimolo a rimboccarsi le maniche e guardare avanti e, per questo, il Comune di Gorizia, insieme a tante vitali realtà cittadine, ha predisposto un Dicembre Goriziano particolarmente ricco, dove cultura, enogastronomia, shopping, musica e tempo libero si intrecciano in una miriade di eventi coordinati. Invito i Goriziani a vivere la città in questo periodo Natalizio e a fare i propri acquisti a Gorizia». Lo hanno detto il sindaco di Gorizia, Ettore Romoli, questa mattina, in municipio, alla presentazione del programma del Dicembre Goriziano che, quest'anno, comprende, un'infinità di iniziative, come ha evidenziato l'assessore agli eventi, Arianna Bellan. «Questo ricco programma che intreccia tanti aspetti del Natale - ha sottolineato - lo si deve, oltre che al supporto economico di Comune e altre istituzioni cittadine anche alla sinergia con tante realtà goriziane, la cui vivacità viene dimostrata ancora una volta. Questa collaborazione è senz'altro una delle carte vincenti della città».

Luci in città
Oltre 50 mila lampadine  inonderanno di luce la città in contemporanea all'accensione del grande albero di Natale  che arriva dal giardino di  Roberto Mavilia. L'appuntamento è in piazza Vittoria, alle 18.30, quando il sindaco premerà lo «start» che inaugurerà ufficialmente il Dicembre Goriziano. Fra le novità di quest'anno la presenza della Fanfara della Brigata di Cavalleria «Pozzuolo del Friuli» che suonerà arie natalizie. Non solo, i militari doneranno un regalino a tutti i bambini presenti. Alla fine, un brindisi e il tradizionale panettone insieme ai cittadini.

La fiera di Sant'Andrea
Sempre sabato 5 si apre la storica Fiera di Sant'Andrea che si presenta quest'anno con una novantina di grandi giostre dell'ultima generazione e circa 250 bancarelle con ogni tipo di prodotto alimentare e non. Anche in questa edizione sarà nuovamente presente, alla grande manifestazione, anche la  Mostra  Assaggio Vini "recuperata" e "aggiornata" dalla vulcanica associazione Autoktona in cui convergono un gruppo di amici goriziani che, in questa edizione promettono una performance straordinaria, in una location particolarmente suggestiva, Casa Simon Volker Von Ungrispach di via Rastello 78. "Oltre che a far rivivere le atmosfere dell'Assaggiovini, gli organizzatori, che hanno il supporto del Comune, sono riusciti a creare un format che valorizza una serie di eccellenze locali  mettendole in rete - ha commentato l'assessore agli eventi, Arianna Bellan - cosa molto positiva anche in termine di immagine". La Mostra Assaggio Vini, che sarà inaugurata il 4 dicembre e rimarrà aperta fino al 8, presenterà 16 aziende vitivinicole, fra cui tre enoteche di Gorizia. Saranno presenti anche la Torrefazione Goriziana, il Birrificio Antica Contea e la Rosa di Gorizia.

Sapori dalla merenda al cioccolato
Piatti con le antiche ricette locali, dai gusti quasi perduti. E' questa la novità di via Rastello, trasformata ormai a tutti gli effetti nella Strada dei sapori. Nei vecchi negozi recuperati per l'occasione, ogni gestore presenterà una "sua" pietanza, e si potrà scegliere fra bollito, biechi con il gallo, trippe, gnocchi al goulash, jota e altre prelibatezze. Anche la Strada dei sapori,  come la Mostra Assaggiovini sarà aperta venerdì 4 dicembre. Tutti avranno la possibilità di degustare il piatto che tanto successo ha avuto all' Esposizione di Milano, la merenda Expo. L'associazione Gorizia a tavola, insieme all'Accademia italiana della cucina, all'Onav e all'Associaizone radicchi "Rosa di Gorizia", riproporranno lo show cooking che vedrà protagonisti la frittata con le erbe, il liptauer i crostini con la Rosa di Gorizia, la Gubana. Il tutto avverrà sabato 5 dicembre, dalle 12.30 alle 13.30 nell'atrio del municipio.    Ai Giardini pubblici, accanto al tradizionale chiosco delle "salsicce" e dei dolci, sarà allestita una stube, in perfetto stile austriaco dove, naturalmente, a farla da padroni saranno pietanze gustosissime e tipicamente invernali. Si partirà dal 19 dicembre; per due fine settimana, dopo la fiera di sant'Andrea, Piazza Vittoria ospiterà "Cioccolato di Natale" e "Dolci di frontiera".

Musica e teatro al Verdi 
Una serie di eventi musicali caratterizzerà il Dicembre Goriziano, a partire dal grande concerto «l'Anno che verrà. Omaggio a Dalla» che vedrà protagonista il cantante Ron e molti interpreti regionali e locali con grande coinvolgimento dei giovani.  Ci sarà anche il concerto sinfonico di fine anno con l'associazione Lipizer 
Grande spazio viene dato, in questo Dicembre Goriziano, alle iniziative giovanili grazie all'attivismo dell'assessorato competente, guidato da Stefano Ceretta con il Punto Giovani. Diversi concerti per i ragazzi caratterizzeranno il periodo, con il momento clou rappresentato dall'evento "Silent Way"  Non poteva mancare uno spettacolo per i bimbi, insieme a diverse altre rappresentazioni teatrali, da non perdere quella trilingue sul grande architetto "Max Fabiani", il cartellone propone il pomeriggio del 20 dicembre "La Casa di Babbo Natale"  Torna a Gorizia la pista di giaccio che sarà attiva in Piazza Vittoria a partire dall'11 dicembre. Intorno alla pista strutture con dolci e altri prodotti gastronomici. Saranno ben 4 le mostre visitabili a Gorizia durante le festività, come si potrà vedere nel depliantino illustrativo. Una di queste, "Il cioccolato nella Grande Guerra" si aprirà proprio durante il Dicembre alla Fondazione Carigo.