26 agosto 2019
Aggiornato 11:30
Aviazione

Pipistrel, lo stabilimento aprirà ad aprile

Lavori quasi ultimati negli spazi dell'ex aeroporto Duca d'Aosta: la struttura si estende per oltre 10 mila metri quadri.

GORIZIA - Aprirà i battenti in aprile il nuovo stabilimento della Pipistrel, che ormai ha preso forma negli spazi dell’aeroporto Duca d’Aosta. I lavori della nuova fabbrica dell'azienda slovena presieduta da Ivo Boscarol, che a Gorizia produrrà l'ultraleggero Panthera, procedono a ritmo spedito, come si può facilmente notare percorrendo la statale che dal capoluogo isontino conduce a Merna.  

Lo stabilimento si estenderà complessivamente per 10 mila 285 metri quadrati nella porzione dell’aeroporto Duca d’Aosta che si trova nel Comune di Savogna. Per realizzare l’avveniristica struttura l’azienda ha investito 5 milioni di euro, necessari a costruire una fabbrica che andrà a rispettare canoni sia costruttivi che architettonici e tecnologici interamente votati al risparmio energetico, con ampio utilizzo di pannelli fotovoltaici e tecnologie all’avanguardia nel campo dell’edilizia.

Il cantiere sta proseguendo a pieno ritmo, dopo che una serie di intoppi avevano ritardato l’avvio dei lavori nell’area dell’aeroporto: la cerimonia di posa della prima pietra, andò in scena ancora nel 2012, ma soltanto due anni e mezzo dopo le ruspe sono effettivamente entrate in azione, anche a causa dell’enorme quantità di residuati bellici ritrovati durante le operazioni di bonifica del terreno, oltre che dei manufatti in amianto rinvenuti sul posto. E, infine, una modifica normativa relativa all’installazione delle coperture in pannelli fotovoltaici, che ha costretto i progettisti a prevedere una modifica rispetto ai disegni iniziali. Intanto Pipistrel ha avviato una procedura di selezione per il personale, che riguarda anche lo stabilimento goriziano.