10 dicembre 2019
Aggiornato 08:30
La comunicazione di Panariti

Lavori di pubblica utilità per disoccupati over 50

Per il 2015 la Regione ha messo a disposizione per questo intervento 2.510.287 euro di fondi propri e 1.600.000 euro del Fondo sociale europeo (Fse), suddividendo le risorse fra Trieste (584.893 euro), Gorizia (523.732), Udine (2.085.642) e Pordenone (916.018)

TRIESTE - E' stata approvata e pubblicata sul sito dell'amministrazione regionale la graduatoria definitiva relativa all'Avviso sui Lavori di pubblica utilità (Lpu) a favore di donne di età superiore a 50 anni e di uomini di età superiore a 55 anni in condizioni di disoccupazione di lunga durata, emanato nel novembre scorso. Lo ha reso noto l'assessore regionale al Lavoro Loredana Panariti.

L'azione regionale è tesa a sostenere l'inserimento lavorativo a tempo determinato per 6 mesi dei residenti nel Friuli Venezia Giulia, disoccupati da almeno 8 mesi, non percettori di ammortizzatori sociali né titolari di pensione assimilabile a reddito da lavoro, attraverso l'erogazione di finanziamenti alle Pubbliche amministrazioni (soggetti proponenti) che presentano operazioni della durata di 6 mesi e con orario di lavoro di 32 ore settimanali.
Per l'anno 2015, la Regione Friuli Venezia Giulia ha messo a disposizione per questo intervento 2.510.287 euro di fondi propri e 1.600.000 euro del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020, suddividendo le risorse fra Trieste (584.893 euro), Gorizia (523.732), Udine (2.085.642) e Pordenone (916.018).

A fronte delle risorse assegnate (4.110.287,65 euro) sono state finanziate 27 domande per complessivi 210 posti di lavoro. Le iniziative di lavoro di pubblica utilità finanziate saranno prossimamente attivate da amministrazioni pubbliche dell'intero territorio regionale e, nello specifico, da 1 soggetto nella provincia di Gorizia per 27 posti di lavoro finanziati, da 4 soggetti nella provincia di Pordenone per 46 posti di lavoro, da 2 soggetti nella provincia di Trieste per 30 posti di lavoro e da 20 soggetti nella provincia di Udine per 107 posti di lavoro finanziati.

«L'insieme delle domande presentate e la diffusione territoriale dei finanziamenti concessi sono la migliore risposta alla polemica, manifestatasi con l'insinuazione di dubbi ed interrogativi sull'Avviso, tentata da qualche consigliere di opposizione», ha commentato Panariti. L'assessore ha evidenziato, contestualmente, come «il target di lavoratori che caratterizza questa edizione (donne over 50 anni ed uomini over 55 anni) risponda ad una reale e diffusa esigenza, sulla quale concentreremo ancora l'attenzione ed il nostro pieno impegno».