26 agosto 2019
Aggiornato 00:00
domenica 17 gennaio

Scienza da giocare all'Immaginario Scientifico

Il polo di Grignano è aperto al pubblico dalle 10 alle 18. Alle 15 speciale laboratorio su Arduino per ragazzi dai 12 ai 16 anni. Ancora posti per la Notte al museo del 23 gennaio

TRIESTE - La scienza incontra la tecnologia domenica 17 gennaio al Science Centre Immaginario Scientifico di Trieste: il museo sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 18, per passare una domenica diversa e divertente, giocando con la scienza, sperimentando e scoprendo i fenomeni naturali con gli «exhibit hands-on»: postazioni interattive nelle quali semplicemente premendo un bottone o girando una manovella si possono osservare fenomeni fisici come un Vortice d'acqua, o scatenare una tempesta di sabbia nel deserto in scatola, e perfino accendere un fiammifero con la sola luce di una lampadina.

Ma il fascino della scoperta non finisce qui
Grazie alla multivisione Viaggiando Immaginando si potrà fare un tour virtuale attorno al mondo seguendo il sole nel suo cammino apparente da est a ovest, attraverso lo sguardo di oltre 300 fotografi di 58 nazionalità. E per chi volesse godersi un suggestivo cielo stellato ogni ora sarà possibile visitare il planetario che permette di compiere un viaggio nella volta celeste della nostra galassia per vedere e imparare a riconoscere quali pianeti, stelle e costellazioni sono visibili a occhio nudo in questo periodo dell'anno. In programma inoltre, dalle 15 alle 18 inoltre, un laboratorio per ragazzi fra 12 e 16 anni su Arduino. I partecipanti che si sono iscritti, potranno partecipare a questo corso avanzato e accrescere le conoscenze già acquisite su Arduino, comprendere la logica della programmazione e scoprire le possibili applicazioni, per creare oggetti utili o bizzarri, creativi e fantasiosi!

Notte Immaginaria
Sabato 23 gennaio l’Immaginario Scientifico di Trieste ripropone a grande richiesta una Notte Immaginaria tutta dedicata a Lucy e alle origini dei nostri antenati! I bambini dai 7 agli 11 anni potranno passare l’intera notte all’interno del museo, ascoltando le curiosità sulla sua vita (lo sapevate che Lucy si chiama così in onore dei Beatles?) e sulla sua scoperta, provando a riprodurre delle antiche pitture rupestri! Sarà l’occasione per sporcarsi le mani con un po’ di paleontologia e di parlare di Homo sapiens, bipedismo ed evoluzione. Non mancheranno durante la serata i momenti per esplorare le tante postazioni interattive dell’Immaginario Scientifico, presso le quali si possono osservare e toccare con mano alcuni dei fenomeni più interessanti e sorprendenti della fisica. Al termine delle attività… tutti a nanna! Ciascuno con il proprio sacco a pelo i giovani scienziati si addormentano nelle sale del museo tra tornado di vapore, bolle di sapone giganti e deserti in scatola, per poi risvegliare corpo e mente al mattino con un’energetica colazione «scientifica», prima di fare ritorno a casa.

Maggiori informazioni sul sito www.immaginarioscientifico.it