26 agosto 2019
Aggiornato 12:00
Lavori pubblici

Via Morelli, domani si apre il cantiere

Entro lunedì sarà abbattuto l'edificio pericolante: a effettuare i lavori l'impresa Braidot

GORIZIA - Sarà demolito domenica, o al massimo lunedì, l’edificio pericolante che ha causato la chiusura di una parte di via Morelli per quasi un anno. A eseguire l'intervento sarà l'Impresa costruzioni Braidot Egidio, di Gorizia, che già domani aprirà il cantiere e predisporrà tutto il necessario per eseguire l’operazione, che costerà complessivamente circa 20 mila euro. Ne serviranno altri 2.900 per la direzione lavori, affidata all'ingegner Fulvio Bressan. Una somma che il Comune recupererà insinuandosi nella procedura fallimentare della Fabrizio Manganelli srl, l’azienda dell’orbita Sweet proprietaria dell’immobile. 

L'edificio, una vecchia abitazione privata i cui muri hanno profonde crepe e sono stati dichiarati pericolanti, sarà demolito grazie all’ausilio di una ruspa e in parte a mano, con apposite mazze, cercando di creare meno disagi possibile ai residenti della zona.  Va ricordato che il sindaco, Ettore Romoli, aveva chiesto già qualche anno fa l'abbattimento dello stabile, appena ne era stato constatato il forte degrado. La Soprintendenza, però, inizialmente aveva respinto questa richiesta, ritenendo che la struttura avesse qualche pregio architettonico e che fosse possibile un suo recupero. 

Solo recentemente, dopo ulteriori pressioni e il cambio del sovrintendente, è stato dato il via libera all'abbattimento, con la prescrizione, però, che in caso di ricostruzione, dovranno essere mantenute le caratteristiche del vecchio edificio. «Non posso che esprimere soddisfazione per essere, finalmente, riusciti a risolvere questo problema - commenta il sindaco, Ettore Romol i- e, vista la disponibilità dimostrata dall'attuale sovrintendente, mi auguro che ci sia la possibilità anche di risolvere le criticità rappresentate dalla fatiscente struttura dell'ex deposito dei tram e dell'ex cinema della Stella Matutina».