21 agosto 2019
Aggiornato 13:30
Droga

Una serra in casa per coltivare marijuana: arrestato giovane di Gorizia

Aveva allestito in camera una ipertecnologica grow box, con oltre venti piante già rigogliose: ora si trova in carcere in via Barzellini

GORIZIA - Nei giorni scorsi è stato arrestato dalla Polizia un ventisettenne goriziano che aveva ricavato nel proprio appartamento in via Garzarolli uno spazio destinato alla coltivazione di piante di marijuana. L’indagine è scattata dopo alcune segnalazioni dei coinquilini del palazzo dove abita il giovane, infastiditi perché negli spazi comuni aveva cominciato a diffondersi con sempre maggior frequenza l’odore caratteristico della cannabis. La prima verifica della Polizia ha riguardato i consumi di energia elettrica da parte dell’utenza collegata all’appartamento del giovane, improvvisamente elevati rispetto agli standard. Da qui gli appostamenti, che hanno permesso di evidenziare un notevole viavai nel palazzo di persone note alle forze dell’ordine come consumatori abituali di sostanze stupefacenti, e la perquisizione, che ha permesso di individuare all’interno dell’appartamento una tecnologica serra di coltivazione , installata nella camera del giovane.

Rivestita all’interno di materiale riflettente, la grow box era illuminata e riscaldata da tre lampade Hps tipo agro a fluorescenza, munita di un aspiratore con filtro a carboni attivi, un deumidificatore, un ventilatore e termometri ad alta sensibilità per controllare costantemente la temperatura. All’interno della serra una ventina di rigogliose piante di marijuana, probabilmente sintesi di una parte naturale e una parte geneticamente modificata. Un’altra decina di piante, già mature, sono state trovate in un altro ripostiglio illuminato, mentre in un’altra stanza gli agenti hanno rinvenuto 35 grammi di cannabis stesi in un essicatoio, oltre a minimi quantitativi di marijuana già pronti all’uso e di eroina. Il giovane è stato arrestato e si trova ora in carcere a Gorizia.