10 dicembre 2019
Aggiornato 08:30
La querelle

Mercato coperto, i cani possono entrare

A dirlo il capogruppo di Fi, Fabio Gentile: «Segnaletica inadeguata»

GORIZIA - Allo stato attuale non esiste alcun divieto di accesso per i cani al mercato coperto. Ad affermarlo in una nota è il capogruppo di Forza Italia, Fabio Gentile, che ha indirizzato al sindaco Romoli una interpellanza proprio per chiarire questo non divieto.

«Per ben due volte –afferma Gentile - mi sono rivolto al Sindaco per avere conforto su quella che mi pareva una norma male interpretata e per chiarire che il divieto di accesso ai cani, posizionato sugli accessi di via Boccaccio e Corso Verdi non erano corretti in quanto in base alla nuova normativa regionale ai cani doveva essere consentito l’accesso. Il sindaco mi aveva risposto che si sarebbe interessato alla vicenda e che comunque la risposta degli uffici era stata negativa».

«Ho ricevuto una spiegazione dagli uffici e dalla Dirigente (Clara Sgubin, ndr) che è inesatta e parziale. Se è vero che i cani non possono accedere al mercato coperto, per ragioni igieniche e perché la merce esposta è posizionata a meno di 80 centimetri dal suolo –argomenta il consigliere comunale forzista- è anche vero che la segnaletica di legge è completamente inadeguata e fuori norma, tale da rendere tale divieto assolutamente non valido. Per queste ragioni nell’interpellanza ho chiesto di mettere a norma questo divieto ed adeguarlo alle disposizioni di legge che impongono che agli ingressi del mercato siano specificate le motivazioni che inducono l’amministrazione ad impedire l’accesso alle bestiole nel mercato. In pratica –insiste e ironizza Gentile- è come se un divieto di accesso alle auto non fosse specificato ed indicato con dei cartelli che invece indicano il divieto di accesso alle carrozze trainate da cavalli»