17 dicembre 2018
Aggiornato 21:00

La Provincia incontra la Consulta degli Studenti

Amministratori e ragazzi hanno discusso di riforma degli enti locali e dell'attività programmata nel corso di questo anno scolastico
L'incontro tra amministratori provinciali e studenti
L'incontro tra amministratori provinciali e studenti (Provincia di Trieste)

TRIESTE - Il percorso di riforma degli enti locali con il passaggio di competenze in materia di edilizia e di programmazione scolastica è stato al centro dell’incontro tra gli assessori della Provincia di Trieste, Mariella De Francesco e Adele Pino, e i rappresentanti della Consulta provinciale degli Studenti. L’amministrazione provinciale, nonostante le difficoltà causate dalla riduzione delle risorse e dal blocco imposto dal patto di stabilità, ha operato una costante revisione della logistica delle sedi scolastiche e delle succursali puntando anche alla dismissione di quegli edifici che presentano vincoli fisici ed economici più pesanti rispetto all’adeguamento alle norme vigenti di settore.

«Complessivamente – ha ricordato l’assessore De Francesco - la Provincia di Trieste governa circa venticinque immobili, tra sedi centrali e succursali, quasi tutti situati in centro città e per la maggior parte piuttosto vetusti per epoca di edificazione. Il patrimonio immobiliare, con la riforma degli enti locali, passerà al Comune di Trieste e sono già in corso incontri tra gli uffici tecnici dei due enti per garantire continuità e qualità nei servizi erogati nel prossimo anno scolastico del cui avvio si occuperà ancora l’amministrazione provinciale».

L’incontro con la Consulta degli Studenti è stato inoltre l’occasione per  fare il punto sui progetti avviati dalla Provincia di Trieste nelle scuole. L’assessore Adele Pino ha menzionato in particolare il progetto Europa perché, svolto in collaborazione con l’associazione Dialoghi europei di cui è capofila il Liceo scientifico Galilei.
A breve partirà la seconda edizione di  ‘Vandalo? No writer’, iniziativa condivisa con gli istituti Nautico-Galvani, Deledda-Fabiani, Nordio e l'Edilmaster, che prevede lavori di ripulitura di imbrattamenti e la realizzazione, da parte di ogni scuola coinvolta, di un murales con le tecniche tipiche della street art.
Anche quest’anno infine si svolge Il giornale in classe  che offre agli studenti  di tutte le scuole superiori la possibilità di realizzare un’esperienza diretta nel mondo giornalistico al fianco di professionisti del quotidiano Il Piccolo.