10 dicembre 2018
Aggiornato 23:00

Proseguono con successo i “Sabati Cabaret” al Carillon

Lo storico locale triestino che compie 70 anni presenta ogni sabato spettacoli di cabaret, varietà, tabarin e cafè chantant con la direzione artistica dell'attore e regista di scuola Zelig Marcello Crea
La locandina dell'evento
La locandina dell'evento (CARILLON CABARET)

TRIESTE - All'insegna del successo, ritorna sabato 5 marzo, alle 22, il dopocena comico al Cabaret Carillon (via San Francesco 2, Trieste) a cura del direttore artistico Marcello Crea, autore e regista di scuola Zelig. Come annunciato nella serata inaugurale del 16 gennaio scorso, allo storico locale triestino è stato attivato un inedito spazio teatrale con cadenza settimanale (il sabato) dedicato al cabaret. Gli allestimenti si ispirano alla formula più classica dell’arte varia, quella nata ai primi del ‘900 con le serate futuriste di Marinetti e poi continuata con l’avvento dei cafè chantant, fino a concludersi con gli ultimi fasti dell’avanspettacolo del Dopoguerra. La messa in scena proposta da Crea per Trieste è assimilabile per molti aspetti agli spettacoli attuali del Bagaglino di Roma, con tanto di locandina luminosa e accattivante esposta fuori dal teatro e raffigurante comici e soubrette.

Un cast, una garanzia
Nello spettacolo di cabaret di sabato 5 marzo, con la regia di Marcello Crea (che riveste il ruolo del capocomico), oltre ai collaudati numeri recitati e cantati con showman Daniel Renner, il cabarettista e figlio d'arte Dino Bronzi, il "disturbatore" Lello Schiavone, il musicista Andrea Rot e il monologhista Lodovico Zabotto, spiccano i monologhi comici e la danza. New entry della Compagna del Carillon è il comico Roberto Lando. Per la danza, Roberta Di Leonardo (cantante e ballerina) insieme Michele Salerno (ballerino) si esibiranno in un tributo a Michael Jackson suddiviso in due suggestive esibizioni. Debutta inoltre nella Compagnia teatrale la danzatrice del ventre Marijana Tanaskovic.

È consigliata la prenotazione. Altre informazioni qui.