21 ottobre 2018
Aggiornato 03:30

Serie A1 maschile: a Trieste arriva il Rn Savona

Match difficile per gli alarbardati, reduci da due vittorie consecutive. Si gioca alla 'Bianchi' con inizio alle 16
Tornano i vasca i ragazzi della Pallanuoto Trieste
Tornano i vasca i ragazzi della Pallanuoto Trieste (Pallanuoto Trieste)

TRIESTE - Una sfida delicata, contro un avversario dal grande blasone. Sabato 12 marzo, nella settima giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste ospita alla ‘Bruno Bianchi’ il Rn Savona. Si gioca nel classico orario delle 16, con ingresso gratuito. E’ l’ultima partita prima della lunga pausa per la final-four di Coppa Italia e soprattutto per il torneo di qualificazione alle Olimpiadi di Rio, che si disputerà proprio a Trieste dal 3 al 10 aprile.

Il morale in casa alabardata è alto. E non potrebbe essere altrimenti. La squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping è reduce da due vittorie consecutive, 10-7 all’Ortigia e il secco 7-13 di Firenze in diretta tv, ed è nuovamente tornata fuori dalla zona play-out. Il bottino di punti, ben 22, è più che lusinghiero per una squadra neopromossa e zeppa di esordienti e giovanissimi, ma la strada verso la salvezza paradossalmente è ancora piuttosto lunga. Ne è perfettamente consapevole l’allenatore della Pallanuoto Trieste Stefano Piccardo, che guarda con un certo timore, ed un pizzico di sano realismo, al confronto casalingo con il Savona. «Hanno tanta qualità e giocatori di alto livello - spiega il tecnico ligure - ci attende una partita molto complicata sotto tanti punti di vista. E non pensiamo troppo all’andata, quando ci batterono con un gol a 4’’ dalla fine. Ricordiamoci di come è andata con lo Sport Management…».

In effetti, rispetto alla gara dello scorso 6 novembre, decisa da Milakovic proprio in extremis, la Pallanuoto Trieste è cresciuta molto, ma anche il Savona ha scalato le gerarchie, installandosi adesso proprio a ridosso della zona final-six scudetto. «Dovremo giocare al massimo delle nostre possibilità e sbagliare pochissimo – spiega ancora Piccardo – poi ci servirà l’apporto del pubblico. Spero di vedere tantissime persone in piscina, i nostri tifosi ci hanno abituato bene, sono fondamentali per noi». Per quanto riguarda la formazione, l’allenatore alabardato ha ancora qualche dubbio da sciogliere. Il primo riguarda le condizioni di Filippo Ferreccio, alle prese con l’influenza. Il numero 4 alabardato comunque dovrebbe essere del match, in ballottaggio per la calottina numero 12 i giovani Amel Turkovic e Michele Mezzarobba. «Dal punto di vista fisico stiamo bene – continua Piccardo – vogliamo dare continuità a questo momento positivo, veniamo da due vittorie consecutive e sarebbe bello fare nuovamente risultato. Ma siamo ben consapevoli che affronteremo un avversario di grande valore».

La ‘Bruno Bianchi’ dovrà traboccare di pubblico e di tifo per i ragazzi in calottina bianca. In ogni caso, per chi ci segue da lontano, a partire dalle 16 la pagina Facebook della Pallanuoto Trieste pubblicherà tutti gli aggiornamenti in tempo reale sul match con il Savona.