17 dicembre 2018
Aggiornato 21:00

No al terrorismo: il sindaco invita in piazza Unità i cittadini

Appuntamento sotto il Municipio, per esprimere la propria partecipazione, il proprio cordoglio e l’unanime condanna per le stragi che si sono susseguite in questi giorni, ultima quella di Bruxelles che ha colpito il cuore dell'Europa
Manifestazione contro il terrorismo a Trieste
Manifestazione contro il terrorismo a Trieste (Shutterstock.com)

TRIESTE – a seguito degli attentati di Bruxelles, il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, assieme ai capigruppo di tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale invitano i cittadini, mercoledì 23 marzo, alle 19, in piazza dell'Unità, sotto il Municipio, per esprimere la propria partecipazione, il proprio cordoglio e l’unanime condanna per le stragi che si sono susseguite in questi giorni, ultima – dopo quella di Istanbul - quella che ha colpito il cuore dell'Europa. «Sarà – hanno ribadito sindaco e capigruppo – una dimostrazione di impegno civile per difendere le nostre libertà dal terrorismo». In tal senso il sindaco ha invitato i rappresentanti di tutte le componenti consiliari a promuovere una testimonianza unitaria di fronte a questi nuovi attacchi alla vita e ai valori civili. Invito che i capigruppo hanno immediatamente accolto, sottolineando che si tratterà di una manifestazione al di sopra delle parti, priva di simboli politici, e a cui tutti sono invitati a partecipare.
Bandiere a mezz'asta oggi, anche sul palazzo del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, in
piazza Oberdan, a Trieste, per le vittime degli attacchi terroristici di Bruxelles che, colpendo la capitale belga, sono stati portati al cuore dell'Europa. É un momento particolarmente difficile per la comunità regionale, che in questi giorni continua a stringersi alla famiglia Valent per la perdita della figlia Elisa nell'incidente del bus in Catalogna.