Cronaca | Giovedì 31 marzo

Il segretario generale del Sap, Tonelli, fa tappa a Trieste

Dopo 61 giorni di sciopero della fame contro la debilitazione dell’apparato della sicurezza e contro una serie di misure repressive a carico di alcuni poliziotti, Tonelli arriva nel capoluogo giuliano

Gianni Tonelli
Gianni Tonelli (Sap)

TRIESTE - E’ iniziata la seconda fase, quella che rilancia i motivi della protesta del segretario generale del Sap, Gianni Tonelli. Dopo 61 giorni di sciopero della fame contro la debilitazione dell’apparato della sicurezza e contro una serie di misure repressive a carico di alcuni poliziotti, Tonelli ha ricevuto la ‘staffetta’ da altri colleghi e dirigenti del sindacato autonomo di polizia. Ha così potuto dare il via al giro di tutte le piazze italiane per incontrare i colleghi, ma anche persone della società civile e politici che dimostrano interesse al tema della sicurezza.

Giovedì 31 marzo Gianni Tonelli sarà a Trieste. Dalle 11 alle ore 12, nel bar Rex di Galleria Protti, incontrerà cittadini, politici, associazioni civiliper raccontare i motivi della protesta e lo stato della ‘sicurezza’ in Italia e in particolare in zone confinarie come quelle del capoluogo giuliano, interessate dall’immigrazione e dalla minaccia terroristica.
Dalle 12 alle 14, Tonelli, sarà nella sala stampa della Questura di Trieste per un’assemblea riservata agli operatori di Polizia, mentre nel pomeriggio, dalle 15 alle 17.35, sarà protagonista di una conferenza riservata ai frequentatori del 195° corso Allievi Agenti della Polizia di Stato, nella sala ‘Vincenzo Raiola’ della Scuola di Trieste,.

Il Sap, come sottolinea il segretario provinciale Lorenzo Tamaro, con le sue battaglie sta lavorando per una ‘nuova Polizia’, libera da logiche carrieristiche, capace di tornare a servire il Paese e creare una nuova prospettiva per l’Italia.