17 dicembre 2018
Aggiornato 06:00

Piazza Unità Blu per l’autismo

Il pianoterra del palazzo della Regione Fvg si colorerà la sera di venredì, a partire dal tramonto, e le luci rimarranno accese per tutta la notte,lo stesso avverrà anche nella serata successiva. Proprio il 2 aprile, infatti, ricorre la "Giornata mondiale della consapevolezza per l'autismo" cui anche quest'anno l’ente aderisce
Venerdì e sabato piazza Unità diventa blu
Venerdì e sabato piazza Unità diventa blu (Diario di Trieste)

TRIESTE - Rendere visibile la partecipazione e il coinvolgimento sui temi dell'autismo: per questo motivo il
pianoterra del palazzo della Regione Fvg in piazza Unità a Trieste s'illuminerà di blu la sera del primo aprile, a partire dal tramonto, e le luci rimarranno accese per tutta la notte,lo stesso avverrà anche nella serata successiva. Proprio il 2 aprile, infatti, ricorre  la "Giornata mondiale della consapevolezza per l'autismo" cui anche quest'anno la Regione aderisce. «Non si tratta di una campagna simbolica - ha rilevato l'assessore regionale alla Salute e Integrazione socio-sanitaria Maria Sandra Telesca - ma di un impegno preciso nei confronti di chi è colpito da un'affezione più diffusa di quanto si creda e della sua famiglia. L'autismo è una tematica complessa che richiede un sistema integrato di interventi coordinati e personalizzati capaci di garantire la globalità della presa in carico della persona colpita da un disturbo che l'accompagnerà per tutta la vita e che però può essere mitigato in maniera importante attraverso una diagnosi precoce».

Premiate 5 operatrici
Proprio mercoledì scorso Telesca ha preso parte a Trieste alla consegna di attestati di terapista Early start Denver model (Esdm) a cinque operatrici dell'azienda per l'assistenza sanitaria numero 1 Triestina, dell'Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) Burlo Garofolo e dell'ex Azienda per i servizi sanitari n. 2 Isontina. L'Esdm, modello di terapia per affrontare l'autismo individuandolo in maniera precoce nei bambini, permette di conseguire progressi sensibili a livello cognitivo e di linguaggio, in particolare nei soggetti cui è diagnosticato sotto i 27 mesi, con una tendenza alla riduzione della severità dei sintomi.

Il lavoro della Regione
L'autismo, che si manifesta nel mondo in 4/5 casi su 10 mila nascite, è tema di una Giornata mondiale dal 2007 a questa parte. In Fvg, facendo seguito alla legge nazionale, sono stati avviati i lavori per la definizione di un percorso assistenziale che parta dalla diagnosi precoce per giungere alla presa in carico dell'individuo in età adulta, tenendo conto delle differenti forme di patologia che sono comprese nello spettro autistico e che richiedono prestazioni molto diversificate. Il documento elaborato dal tavolo tecnico coordinato dalla direzione centrale Salute verrà ora sottoposto alle associazioni per raccogliere il loro contributo. «Proprio l'autismo - ha aggiunto Telesca - rappresenta una sfida emblematica della riforma sanitaria, che pone il cittadino paziente e non la patologia al centro di un sistema curante. Le strutture e le professionalità del sistema sanitario regionale offrono una risposta solo in raccordo con i servizi sociali ed educativi, le famiglie e le associazioni».