Cronaca | 4 aprile

Inaugurata la nuova biblioteca comunale di Muggia

Progettata secondo una concezione più moderna degli spazi, non più pensati come siti di archiviazione e mera consultazione di libri, ma come luoghi di vero incontro tra le persone oltre che delle persone con i libri e realizzata dal Comune di Muggia con proprie risorse e grazie ai determinanti contributi della Regione Autonoma Fvg e della Fondazione CRTrieste

Uno dei momenti dell'inaugurazione
Uno dei momenti dell'inaugurazione (Biblioteca di Muggia)

MUGGIA - La nuova biblioteca comunale «Edoardo Guglia» di Muggia è stata inaugurata. La struttura è stata progettata secondo una concezione più moderna degli spazi, pensati non più come siti di archiviazione e mera consultazione di libri, ma come luoghi di vero incontro tra le persone oltre che delle persone con i libri e realizzata dal Comune di Muggia con proprie risorse e grazie ai determinanti contributi della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e della Fondazione CRTrieste. Con questo piano infatti si è andati oltre la semplice progettazione di uno spazio architettonico, dedicandosi invece a costruire quello che potrà diventare uno dei cardini della vita sociale e culturale di Muggia. Spazi a servizio della socialità, quasi  un'alternativa alla piazza.

Obiettivi importanti
L'intento è quello di aprirsi a un'utenza più ampia, con particolare attenzione verso i più giovani che nella nuova biblioteca potranno trovare aree moderne e tecnicamente attualizzate dedicate sia allo studio sia all’aggregazione, rispondenti alle esigenze di una generazione abituata ad un modo di approcciarsi alla lettura che non passa esclusivamente attraverso il solo uso della carta stampata, ma prevede l'utilizzo di reti wifi, di personal computer o tablet sia per la consultazione sia per il prestito. L’intero edificio è percorribile senza barriere architettoniche fino al raggiungimento del tetto giardino. Grazie alla fattiva collaborazione di Insiel, l’edificio e gli interi Giardini Europa saranno coperti  dal servizio wi-fi Regione Fvg.

La struttura distribuita su tre piani
Gli spazi al piano terra ospiteranno, le novità librarie, una postazione di bookcrossing (la condivisione di libri che vengono "abbandonati" una volta letti per permettere ad altri di leggerli), una zona accoglienza e informazioni e un'area dedicata ai bambini e ai ragazzi e l’arredo creerà un ambiente giocoso e magico. Uno spazio che sarà anche isolato acusticamente dal resto della struttura permetto loro di vivere l’approccio alla lettura secondo la loro età. Sempre al piano terra, a destra, si troverà un punto ristoro intorno al quale si svilupperà l’area dedicata alla lettura dei quotidiani e delle riviste e la mediateca, area all'interno della quale è stata collocata, grazie alla donazione dal Distretto Rotary 2060, una postazione multimediale per ipovedenti. Dal piano terra si potrà accedere agli spazi esterni in sintonia con il concept per il quale giardino e biblioteca costituiranno un luogo unico per ritrovarsi e contemporaneamente incontrare un «mondo di libri». Il primo piano sarà dedicato alla consultazione e allo studio; la saletta studio, da sempre richiesta dai giovani, avrà uno spazio dedicato informaticamente attrezzato e un terrazzino riservato. L’area a sinistra del primo piano, invece, potrà facilmente trasformarsi in una piccola sala conferenze, attrezzata per 50 posti, da utilizzare per presentazioni di libri, ma anche a servizio delle associazioni come peraltro anche i terrazzi sul tetto che saranno si nuovi spazi dedicati alla lettura e a incontri letterari, ma anche a piccoli eventi. Infine al secondo piano si trova l’ufficio del bibliotecario e le terrazze, accessibili e attrezzate con arredi per esterni, luogo di studio o di relax.

Gli orari di apertura restano quelli di sempre: lunedì dalle 14.30 alle 18.30, martedì, giovedì e sabato dalle 9 alle 13, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30.