19 novembre 2018
Aggiornato 08:00

Alla comunitÓ croata di Trieste il Sigillo d'Argento

La presidente Maria Teresa Bassa Poropat ha consegnato il riconoscimento ‘per l’impegno costante nella promozione delle relazioni con le istituzioni e le comunitÓ presenti sul territorio in una prospettiva di sviluppo e di crescita’

TRIESTE - La presidente della Provincia di Trieste, Maria Teresa Bassa Poropat, ha consegnato il Sigillo d’Argento dell’ente alla Comunità croata di Trieste. «Significativo è il suo peso nella storia della città di Trieste e della sua provincia – ha commentato la presidente Bassa Poropat –. Un rilievo che si manifesta in modo tangibile grazie alla plurisecolare attività compiuta da tanti suoi illustri rappresentanti fattisi triestini: vescovi, giuristi, economisti, storici, letterati, artisti, scultori, che con le loro opere  hanno portato prestigio e operosamente contribuito, sin dai tempi più lontani, allo sviluppo sociale, culturale, economico di questo territorio».

«Ringrazio la Provincia di Trieste per questo riconoscimento che ci onora e ci rende orgogliosi - ha detto Gian Carlo Damir Murkovic, presidente della Comunità croata di Trieste - che ci consente di affrontare al presente e pensare al futuro della comunità con serenità e rinnovato ottimismo». Una soddisfazione condivisa dal Console generale di Croazia Nevenka Gridinič: «Questa onorificenza - ha affermato - conferma gli ottimi rapporti di collaborazione tra Italia e Croazia e l'amicizia tra i nostri popoli».
Una vicinanza rimarcata anche dall’assessore regionale Gianni Torrenti: «Ringrazio la Provincia di Trieste - ha affermato Torrenti - per l'importante lavoro sin qui svolto a favore della valorizzazione delle nostre comunità. Un impegno che la Regione oggi, in questo momento di riscrizione del sistema delle autonomie,  raccoglie  e prosegue con convinzione sul fronte della tutela e del riconoscimento delle minoranze». 

Queste le motivazioni del Sigillo d'Argento: ‘per l’impegno costante nella promozione delle relazioni con le istituzioni e le comunità presenti sul territorio in una prospettiva di sviluppo e di crescita’, ‘per i tanti progetti costruiti per valorizzare la storia della Comunità, con ciò confermando la multiculturalità di Trieste, valore del passato e leva per lo sviluppo futuro’.