Cronaca | La soddisfazione di Gian Carlo Damir Murkovic

Alla comunità croata di Trieste il Sigillo d'Argento

La presidente Maria Teresa Bassa Poropat ha consegnato il riconoscimento ‘per l’impegno costante nella promozione delle relazioni con le istituzioni e le comunità presenti sul territorio in una prospettiva di sviluppo e di crescita’

TRIESTE - La presidente della Provincia di Trieste, Maria Teresa Bassa Poropat, ha consegnato il Sigillo d’Argento dell’ente alla Comunità croata di Trieste. «Significativo è il suo peso nella storia della città di Trieste e della sua provincia – ha commentato la presidente Bassa Poropat –. Un rilievo che si manifesta in modo tangibile grazie alla plurisecolare attività compiuta da tanti suoi illustri rappresentanti fattisi triestini: vescovi, giuristi, economisti, storici, letterati, artisti, scultori, che con le loro opere  hanno portato prestigio e operosamente contribuito, sin dai tempi più lontani, allo sviluppo sociale, culturale, economico di questo territorio».

«Ringrazio la Provincia di Trieste per questo riconoscimento che ci onora e ci rende orgogliosi - ha detto Gian Carlo Damir Murkovic, presidente della Comunità croata di Trieste - che ci consente di affrontare al presente e pensare al futuro della comunità con serenità e rinnovato ottimismo». Una soddisfazione condivisa dal Console generale di Croazia Nevenka Gridinič: «Questa onorificenza - ha affermato - conferma gli ottimi rapporti di collaborazione tra Italia e Croazia e l'amicizia tra i nostri popoli».
Una vicinanza rimarcata anche dall’assessore regionale Gianni Torrenti: «Ringrazio la Provincia di Trieste - ha affermato Torrenti - per l'importante lavoro sin qui svolto a favore della valorizzazione delle nostre comunità. Un impegno che la Regione oggi, in questo momento di riscrizione del sistema delle autonomie,  raccoglie  e prosegue con convinzione sul fronte della tutela e del riconoscimento delle minoranze». 

Queste le motivazioni del Sigillo d'Argento: ‘per l’impegno costante nella promozione delle relazioni con le istituzioni e le comunità presenti sul territorio in una prospettiva di sviluppo e di crescita’, ‘per i tanti progetti costruiti per valorizzare la storia della Comunità, con ciò confermando la multiculturalità di Trieste, valore del passato e leva per lo sviluppo futuro’.