20 settembre 2018
Aggiornato 03:30

Area verde abbandonata in via Boccaccio: la denuncia di Giorgi

A raccogliere le istanze dei residenti stato Lorenzo Giorgi, capogruppo Pdl in Consiglio comunale, che ha organizzato un incontro per sollevare la questione. Segnalati degrado, incuria e spaccio di sostanza stupefacenti
L'incontro organizzato da Giorgi nel giardino
L'incontro organizzato da Giorgi nel giardino (Lorenzo Giorgi)

TRIESTE – Un’area verde abbandonata a se stessa. Si tratta del giardino di via Boccaccio di Roiano, al centro di numerose segnalazioni da parte dei cittadini della zona, indignati per lo stato di incuria e degrado in cui versa. A raccogliere le istanze dei residenti è stato Lorenzo Giorgi, capogruppo Pdl in Consiglio comunale, che ha organizzato un incontro per sollevare la questione. Giorgi ha fatto riferimento anche a episodi di poca sicurezza avvenuti nelle ore serali, «con la presenza di persone male intenzionate che si accampano nel giardino e nelle aree circostanti».

«Il giardino si presenta in pessime condizioni – evidenzia l’esponente del Pdl – non è stata negli anni assolutamente realizzata la manutenzione ordinaria e, purtroppo, ormai si dovrà provvedere a interventi  straordinari per rimetterlo in sesto. L'erba non viene tagliata, le aree verdi non sono curate e fanno sì che, nel degrado totale, diversi cittadini facciano fare i bisogni ai propri animali. La delimitazione dello sgambatoio per cani – aggiunge – è determinato da una staccionata pericolosa, e pericolante, con diversi chiodi arrugginiti che spuntano e risultano pericolosi sia per gli animali ma, soprattutto, per i bambini che giocano nella zona. Il campo di pallavolo è ormai inservibile, la rete è stata strappata e non più rimessa in opera. Il parco giochi per bambini presenta strutture in legno rotte e degradate dal tempo, sicuramente pericolose per l'incolumità dei bambini». L’area verde sarebbe diventata anche luogo privilegiato per lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Il consigliere Giorgi ha assicurato che presenterà una mozione urgente in Consiglio comunale, impegnando il sindaco a intervenire per manutentare l’area e per migliorare il sistema di illuminazione pubblica e di sicurezza (anche con l’installazione di una telecamera).