13 novembre 2018
Aggiornato 03:30

Trieste vince e va ai play off per il secondo anno di fila

La formazione di Eugenio Dalmasson supera l’Europromotion Legnano per 80 a 54
Si festeggia nello spogliatoio biancorosso
Si festeggia nello spogliatoio biancorosso (Pallacanestro Ts)

TRIESTE - Per il secondo anno di fila, Trieste abbraccia la post-season promozione. Ma a differenza della passata stagione, i biancorossi staccano un biglietto per i play-off con una giornata d’anticipo, grazie all’80-54 con cui la formazione di Eugenio Dalmasson sconfigge l’Europromotion Legnano.

Gara in equlibrio nei primi dieci minuti, con gli ospiti che grazie a un Laudoni da cinque punti di fila si portano in vantaggio al 2’ (4-5). Legnano si spinge poi sul +3 con Sacchettini, prima della tripla dall’angolo di Nelson per la parità a quota 7. Le due squadre procedono a braccetto per alcuni minuti, con un nuovo sorpasso dell’Europromotion al 6’ nuovamente con Laudoni (10-12). L’Alma mette la freccia con un 3/4 complessivo dalla lunetta del duo Nelson-Parks (15-14 Alma all’8’), mantenendosi avanti nel punteggio con la 'bomba' segnata da Landi (20-18).  Il gap biancorosso si allarga nel corso del secondo quarto, grazie all’ottima verve nel tiro dalla lunga distanza (due triple per Baldasso, una a testa per Landi e Bossi): Legnano risponde colpo su colpo, restando in partita sino al -6 del 15’ (32-26), tuttavia sono due canestri di fila di Coronica e un’altra tripla di Landi a dare un’accelerata importante per Trieste, dapprima sul 41-30 e abile successivamente a piazzare un ulteriore break di 6-0 nel finale di frazione per il +17 alla pausa lunga.

L’Alma non solo gestisce con tranquillità il vantaggio nel terzo quarto, grazie a un ottimo Pipitone in pitturato e alla mano educata di Bossi dai 6 metri e 75, ma trova anche il modo per allargare ulteriormente il divario in proprio favore: con un tiro in sospensione messo a segno da Baldasso, Trieste va sul +24 al 28’ (61-37), Legnano ha nel capitano avversario Maiocco l’unico vero terminale offensivo in grado di ricucire una piccola parte dello strappo ospite (61-42 al 30’) ma a tutti gli effetti l’Europromotion non si rende più pericolosa per negare ai biancorossi la vittoria finale. I «senatori» triestini, con Pecile e Prandin su tutti, sono gli artefici di un nuovo piccolo allungo nei minuti conclusivi della sfida, quando anche i giovanissimi Enrico Gobbato e Massimiliano Ferraro riescono a iscriversi a referto. E’ festa per tutti al «PalaTrieste», l’Alma trionfa davanti ai 3.740 del 'Cesare Rubini'.

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste - Europromotion Legnano 80-54 (20-18, 47-30, 61-42)
Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste: Jordan Parks 11 (2/8, 1/2), Stefano Bossi 11 (1/2, 3/5), Andrea Coronica 8 (2/2, 0/1), Enrico Gobbato 2 (1/1, 0/1), Roberto Nelson 14 (3/6, 2/4), Massimiliano Ferraro 1 (0/1, 0/1), Andrea Pecile 2 (1/2, 0/1), Lorenzo Baldasso 8 (1/2, 2/2), Aristide Landi 9 (0/3, 3/5), Roberto Prandin 9 (3/8, 1/2), Vincenzo Pipitone 5 (2/4 da due), Matteo Canavesi
Tiri Liberi: 12/17 – Rimbalzi: 43 28+15 (Vincenzo Pipitone 12) – Assist: 15 (Stefano Bossi 4) – Cinque Falli: Lorenzo Baldasso
Europromotion Legnano: Alberto Navarini 4 (1/3, 0/1), Alessandro Guidi, Federico Maiocco 12 (2/6, 2/6), Matteo Palermo 6 (1/3, 0/3), Matteo Martini 8 (3/4, 0/3), Giovanni Fattori 4 (1/3, 0/1), Francesco Gastoldi, Michael Sacchettini 2 (1/4, 0/1), Andrew Joseph Pacher 7 (3/5, 0/1), Nikolas Thomas Raivio 4 (2/8, 0/1), Stefano Laudoni 7 (2/3, 1/2)
Tiri Liberi: 13/22 – Rimbalzi: 38 24+14 (Andrew Joseph Pacher, Nikolas Thomas Raivio 5) – Assist: 7 (Nikolas Thomas Raivio 3)