Sport | Tutto come da pronostico a Mompiano

Pallanuoto Trieste sconfitta per 7-1 dai vice-campioni d’Italia dell’An Brescia

In classifica i giuliani restano a +6 su Roma e sabato 23 aprile alla 'Bruno Bianchi' – con inizio alle 15.30 – arriverà l’Acquachiara nel quartultimo turno di regular season

Trieste esca sconfitta dalla piscina di Mompiano
Trieste esca sconfitta dalla piscina di Mompiano (Pallanuoto Ts)

BRESCIA - Tutto come da pronostico a Mompiano. Nella nona giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste è stata sconfitta per 7-1 dai vice-campioni d’Italia dell’An Brescia. Risultato ovviamente mai in discussione, Molina, Presciutti e compagni hanno fatto da subito valere la loro indubbia superiorità tecnica, ma la squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping ha disputato comunque una buona gara. «Sono abbastanza contento – afferma a fine partita l’allenatore della Pallanuoto Trieste Stefano Piccardo, squalificato e sostituito in panchina da Miroslav Krstovic e Andrea Brazzatti – abbiamo giocato bene in difesa, con la giusta attenzione, con tanta applicazione. Perdere non fa mai piacere, ma la differenza tra le due squadre ovviamente è notevole. In attacco abbiamo fatto più fatica, ma era ampiamente previsto. Il Brescia ha incassato solo 5 gol alla Pro Recco in finale di Coppa Italia e 4 sabato scorso a Kazan…».

La cronaca. Il Brescia prende subito il comando delle operazioni e gli alabardati cercano soprattutto di contenere le sfuriate dei padroni di casa. Il centroboa serbo Ubovic sblocca la situazione (1-0), il fuoriclasse Molina firma il 2-0 grazie ad un tiro di rigore. In apertura di terzo periodo Christian Presciutti si invola in controfuga per il 3-0, passano 3’ e arriva anche il 4-0, firmato da Molina in situazione di superiorità numerica. La Pallanuoto Trieste tiene comunque botta e prova a costruire qualcosa in fase offensiva. Capitan Giorgi finalizza al meglio una bella azione con l’uomo in più: 4-1 al cambio di campo.

E’ sempre la squadra di Sandro Bovo a dettare i ritmi di gioco e nel terzo periodo arriva il break che chiude i conti. Ubovic, Christian Presciutti e poi il difensore serbo Randelovic (in superiorità) confezionano il parziale di 3-0 che spinge i finalisti di Coppa Len sul 7-1. Nell’ultimo periodo non si segna più, in fase difensiva la Pallanuoto Trieste è brava a non concedere troppo spazio ai pericolosi tiratori lombardi. Vince il Brescia, ma le notizie che arrivano da Napoli sono comunque buone. L’Acquachiara, orfana del dimissionario De Crescenzo, ha battuto la Roma Vis Nova per 15-7. In classifica la Pallanuoto Trieste resta a +6 sui capitolini e sabato 23 aprile alla 'Bruno Bianchi' – con inizio alle 15.30 – arriverà proprio l’Acquachiara nel quartultimo turno di regular season.
 

AN BRESCIA – PALLANUOTO TRIESTE 7-1 (2-0; 2-1; 3-0; 0-0)
AN BRESCIA:
Del Lungo, Guerrato, C. Presciutti 2, Randelovic 1, Molina 2, Rizzo, Damonte, Nora, N. Presciutti, Bertoli, Ubovic 2, Napolitano, Cima. All. Bovo
PALLANUOTO TRIESTE: Jurisic, Podgornik, Petronio, Ferreccio, Giorgi 1, Mezzarobba, Popovic, Rocchi, Elez, Berlanga Henriques, Guimaraes, Spadoni, Vannella. All. Krstovic e Brazzatti
Arbitri: Savarese e Scappini
NOTE: nessun giocatore uscito per limite di falli; superiorità numeriche An Brescia 2/6 + 1 rigore, Pallanuoto Trieste 1/5; spettatori 200 circa