Sport | 23 punti per Nelson

Trieste vince e blinda il sesto posto

Nei play-off la squadra giuliana se la vedrà con l’Orsi Tortona, terza classificata nel raggruppamento Ovest (prima gara in trasferta a Casale lunedì 2 maggio)

Grande entusiamo dopo la vittoria
Grande entusiamo dopo la vittoria (Pallacanestro Ts)

TRIESTE - L’Alma-Agenzia per il Lavoro chiude alla grande la propria regular-season, battendo in trasferta Roseto per 88-99 e blindando in questo modo il 6° posto finale nel girone Est. Sarà dunque l’Orsi Tortona, terza classificata nel raggruppamento Ovest, l’avversaria biancorossa negli ottavi di finale (prima gara in trasferta a Casale lunedì 2 maggio).

Ottimo avvio di contesa al ‘Palamaggetti’ per Trieste, avanti di quattro dopo la schiacciata di Pipitone e la palla rubata con contropiede vincente di Prandin. La risposta di Roseto è affidata ad Allen e Weaver, per il +1 casalingo al 2’: nell’Alma si accende successivamente Parks (quattro punti consecutivi), permettendo ai biancorossi di andare sul 7-10. Nelson prima e Bossi poi spingono ulteriormente i giuliani avanti nel punteggio, sul +7 all’8’ (18-25): tale gap rimane immutato sino all’ultimo minuto di frazione, quando sono Bryan e Moreno a dare una piccola scossa ai padroni di casa che chiudono sul -5 al 10’.

Nel secondo quarto si prosegue sulla falsariga dei primi dieci minuti: la Mec-Energy sfrutta la propria forza in pitturato con Bryan, Trieste approfitta invece delle mani calde di Landi per mantenere dapprima 4 punti di margine (28-32), aumentando poi il divario ancora con la stessa ala forte abile nel segnare cinque punti consecutivi. Con Roseto che contemporaneamente si carica di falli (Weaver e Marini già a quota tre) l’Alma è sul +12 al 18’, sospinta da un Nelson da 18 punti nella prima metà di gara (36-48). Gli abruzzesi alzano i giri del motore in difesa negli ultimi due minuti di frazione, dimezzando lo svantaggio a ridosso della seconda sirena con le realizzazioni di Allen (42-48).

Parecchi errori nei primi tre minuti contraddistinguono la ripresa della partita dopo l’intervallo lungo: nonostante il terzo e quarto fallo repentino fischiato a Parks, Trieste lavora bene dal perimetro con Bossi e Pecile (47-59), restando sul +12 sulla schiacciata di Pipitone. Roseto ha molto da Allen in fatto di punti, ma molto meno dal resto degli effettivi: la Mec-Energy paga dazio specialmente in difesa, con l’Alma che ne approfitta per scappare sul +20 grazie a Pecile e Pipitone (49-69), prima di un 6-0 di break nel finale del quarto per Roseto. E’ Marulli a essere il principale terminale offensivo in avvio di ultimo quarto per la Mec-Energy, che torna sotto nel punteggio sino a -9, tuttavia è Trieste a piazzare l’accelerata decisiva proprio nel momento migliore dei padroni di casa. Un ottimo Canavesi da 6 punti consecutivi tiene lontani gli abruzzesi (64-75), mentre sono Baldasso e Nelson a regalare il momentaneo +14 a cinque minuti dalla fine, sul 69-83. L’Alma chiude con sufficiente tranquillità la partita, seppure sia nuovamente Allen a rintuzzare lo svantaggio finale.

Mec-Energy Roseto – Alma Trieste 88-99 (24-29, 42-48, 55-69, 88-99)
Mec-Energy Roseto: Allen 27, Borra 13, Ferraro 2, Papa ne, Marini 5, Izzo ne, Mariani, Trevisan ne, Bryan 10, Marulli 17, Moreno 5, Weaver 9. All. Trullo
Alma Trieste: Parks 11, Bossi 12, Coronica, Nelson 23, Pecile 11, Baldasso 9, Landi 10, Prandin 6, Pipitone 10, Canavesi 7. All.Dalmasson