15 novembre 2018
Aggiornato 15:30

Il dinosauro Antonio rivive grazie alla tecnologia

Grazie alla 'realtà aumentata' è possibile vedere muoversi a grandezza naturale, proprio com'era nella realtà, dopo 75 milioni di anni, il primo dinosauro italiano trovato intatto
La tecnologia fa rivivere Antonio
La tecnologia fa rivivere Antonio (VillaggioPescatore)

TRIESTE - La possibilità di essere immortalati avendo vicino il dinosauro Antonio, o addirittura mentre lo si
accarezza dopo che ha fatto qualche passo per avvicinarsi, come se non si trattasse di un animale estinto da milioni di anni. Questa l'innovazione messa in campo da Flavio Bacchia, coordinatore della cooperativa Gemina che gestisce il sito, unico nel suo genere in Italia, dove si trova il giacimento paleontologico del Villaggio del Pescatore, nei pressi di Duino.
La tecnologia della 'realtà aumentata' è stata illustrata all'assessore regionale alla Cultura del Friuli Venezia Giulia,
Gianni Torrenti, nel corso di un evento dimostrativo che si è svolto nello spazio del Villaggio del Pescatore realizzato all'ambito dell'Internet Day.

In pratica attraverso alcuni tablet messi a disposizione dall'organizzazione che gestisce il sito, e grazie a un
dispositivo ideato da un'equipe di informatici guidata dal ricercatore Walter Stor, è possibile vedere muoversi a grandezza naturale, proprio com'era nella realtà, dopo 75 milioni di anni, il primo dinosauro italiano trovato intatto.
Intervenendo sul tema l'assessore Torrenti ha affermato che nelle settimane scorse è stato attivato un canale di comunicazione con il Ministero alla Cultura per sostenere lo sviluppo del parco paleontologico, in accordo con la cooperativa e il privato proprietario dell'area dove si stima ci possano essere altri importanti reperti fossili da scoprire. Il fascicolo, ha sottolineato l'assessore Torrenti, è già sul tavolo del segretario generale del Ministero.

Come dichiarato dal coordinatore Flavio Bacchia, sono stati oltre duemila dall'inizio dell'anno gli studenti che hanno visitato il sito, molti dei quali provenienti da fuori regione, a dimostrazione che la notorietà del dinosauro Antonio e del sito del Villaggio del Pescatore si è diffusa in tutta Italia.
Infine, l'assessore Torrenti, rimarcando le potenzialità scientifiche e turistiche del giacimento di Duino, ha messo in
evidenza il fatto che uno degli strumenti maggiormente contemporanei e innovativi, come quello della realtà aumentata, riesca ad interagire perfettamente con la paleontologia, che studia gli esseri viventi più antichi del pianeta.
Fino al mese di settembre lo spazio del Villaggio del Pescatore, con la sua nuova offerta tecnologica, rimarrà aperto alle visite del pubblico nei giorni di sabato (con orario dalle 14 alle 18) e la domenica (10-13/14-18).