27 maggio 2018
Aggiornato 01:30
Coinvolti nel sondaggio 3.200 studenti

L’Università di Trieste tra le migliori in Italia, lo dice AlmaLaurea

L’UniTs si distingue sia nel profilo dei laureati che per il successo nel mercato del lavoro

Università di Trieste (© Wikipedia)

TRIESTE - Anche quest’anno l’indagine AlmaLaurea presenta l’Università di Trieste come tra le migliori in Italia, distinguendosi sia nel profilo dei laureati che per il successo nel mercato del lavoro. I laureati 2015 dell’Università di Trieste coinvolti nel XVIII Profilo dei laureati sono 3.200, distinti tra lauree di primo livello, magistrali biennali e a ciclo unico.

Persiste l’attrattività dell’Ateneo a livello nazionale
Considerando la provenienza geografica e il background formativo, per Units il 34% dei laureati proviene da fuori regione; in particolare è il 32% tra i triennali e il 41% tra i magistrali biennali, evidenziando l’attrattività dell’Ateneo a livello nazionale. Inoltre, UniTs presenta una quota di laureati di cittadinanza esteracomplessivamente pari al 6%, dato quest’ultimo quasi doppio rispetto alla media nazionale del 3,4%, evidenziando un elevato grado di internazionalizzazione.

Fra i primi a laurearsi
I ragazzi che frequentano l’Unversità di Trieste si laureano prima rispetto la media nazionale, e in particolare per le magistrali hanno molte più opportunità di fare un tirocinio durante il percorso universitario rispetto ai laureati di altri Atenei. Ad esempio, per le magistrali biennali il 67% degli studenti fa un tirocinio, contro una media nazionale del 57%.

Molte le esperienze all’estero
Ottimi sono anche i risultati in termini di internazionalizzazione del curriculum. Il 14% degli studenti delle triennali fa una esperienza di mobilità internazionale in altre università europee ed extraeuropee, anche in questo caso un valore doppio rispetto una media italiana del 7%. Anche per le magistrali i dati legati all’internazionalizzazione sono più elevati rispetto la media.

I docenti piacciono
Infine, molto elevata è la soddisfazione sul rapporto con il corpo docente (84% si dichiara soddisfatto), sui servizi della biblioteca e sulle infrastrutture.Per quanto riguarda la condizione occupazionale, i dati sono estremamente positivi. Ad un anno dal titolo magistrale il 75% dei laureati ha trovato lavoro, contro una media nazionale del 70%. A cinque anni l’occupazione sale al 87%, anche in questo caso un valore superiore alla media nazionale dell’84%. Anche le retribuzioni sono più elevate. A cinque anni dalla laurea, un laureato Units ha una retribuzione netta di 1445€ rispetto i 1338€ della media nazionale.