20 agosto 2019
Aggiornato 15:30
Operazione della Gdf

'Ghost Oil 2': 11 arresti e 75 persone denunciate

Le persone finite nel mirino delle fiamme gialle protagoniste del traffico illecito di oltre 1 milione di litri di 'oro nero. Evasione accertata per più di 700 mila euro
Alcuni degli uomini impegnati nell'operazione Ghost Oil 2
Alcuni degli uomini impegnati nell'operazione Ghost Oil 2

TRIESTE – Dalle prime ore dell’alba, militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Trieste stanno procedendo all’esecuzione di 11 provvedimenti di custodia cautelare emessi dal Gip del Tribunale di Trieste, su richiesta del pm, e di 13 decreti di perquisizione emessi dalla Procura, conseguenti ad articolate indagini nel settore del contrasto al traffico illecito di prodotti petroliferi in evasione delle accise sul territorio dello Stato. In ballo c’è un’evasione di accisa/imposta di consumo pari a 351.408 euro per il carburante, e di oltre 400 mila euro per l'olio lubrificante. 
Un’attività frutto di indagini avviate dal marzo 2015, nel corso delle quali sono stati sequestrati camion che, attraversando il confine terrestre giuliano, hanno tentato di introdurre illecitamente in Italia oli minerali.

262 litri di gasolio sequestrato e 75 soggetti denunciati
Gli approfondimenti condotti dalle Fiamme Gialle triestine hanno consentito di individuare un nutrito numero di soggetti che, operando nell’ambito di consorterie criminali attive nel territorio italiano con basi operative anche all’estero, hanno acquistato il prodotto energetico da imprese straniere, curato il trasporto, gestito i pagamenti, trovato i clienti, predisposto documentazione artefatta tesa a celare l’illiceità del traffico.
Direttamente o per il tramite dei reparti del corpo, di volta in volta attivati sui vari luoghi di intervento (in Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania e Puglia), si è provveduto a sequestrare 19 veicoli (utilizzati per il trasporto) e 2 auto (‘staffette’); sequestrare complessivamente 262.000 litri di gasolio e 240.730 kg di olio lubrificante, corrispondenti a un’evasione di accisa/imposta di consumo pari a 351.408 euro; accertare il ‘consumo in frode’ di 101.000 litri di gasolio e 529.150,00 kg di olio lubrificante, corrispondenti ad un’evasione di accisa/imposta di consumo pari a 479.22 euro. Al termine delle indagini sono stati denunciati complessivamente 75 soggetti, coinvolti a vario titolo nella frode.

Nell'operazione 'Ghost Oil 2' sono impegnati 50 uomini della Gdf
Le risultanze investigative hanno consentito di fornire elementi tali da permettere al pubblico ministero di richiedere e ottenere dal Gip l’emissione di 11 ordinanze restrittive (in particolare 2 custodie cautelari in carcere nei confronti di soggetti indagati stranieri, un polacco e uno sloveno, e 9 custodie al domicilio nei confronti di soggetti indagati italiani).  Contestualmente, la Procura della Repubblica ha emesso13 decreti di perquisizione locale e personale, eseguiti in 5 regioni italiane (Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania e Calabria) con il supporto dei Reparti territorialmente competenti.
Come detto, nella giornata di giovedì, in un unico contesto operativo, si è proceduto a dare esecuzione ai provvedimenti, mediante l’impiego complessivo di 50 militari e di 20 auto.
L’operazione ‘Ghost Oil 2’ rappresenta soltanto uno dei numerosi filoni investigativi che, in tutta Italia, la Guardia di Finanza sta conducendo per arginare il dilagante fenomeno del traffico illecito di oli minerali, in crescita nell’ultimo periodo.