1 dicembre 2020
Aggiornato 21:00
Piano logistico straordinario dall'assessore Mariagrazia Santoro

80mila euro e 52mila posti in treno per Gusti di Frontiera

Dal 22 al 25 settembre, 41 treni treni da tutti i capoluoghi della regione

GORIZIA – In occasione della manifestazione Gusti di Frontiera (22-25 settembre), la Regione ha deciso di investire in sicurezza ed efficienza dei trasporti. Saranno creati 41 treni speciali che collegheranno Gorizia con Trieste, Udine, Monfalcone e, per la prima volta, l'area pordenonese.
    L'assessore al Territorio del Friuli Venezia Giulia, Mariagrazia Santoro, illustra il piano della logistica messo a punto da Regione, Trenitalia e Apt, in collaborazione con il Comune. Hanno presentato il progetto ieri il sindaco Ettore Romoli, l'assessore comunale ai Grandi eventi, Arianna Bellan, la presidente dell'Azienda Pubblica di trasporti Apt, Sara Cumar, e il direttore della divisione passeggeri regionale di Trenitalia, Simone Gorini.

    "Quest'anno - ha evidenziato Santoro - abbiamo ampliato l'offerta con un investimento di circa 80mila euro per mettere a disposizione dell'utenza 52mila posti nei treni. Risorse che – ha spiegato l'assessore - si aggiungono a quelle investite per analoghi servizi rivolti a Friuli Doc, Barcolana, Festa della Zucca, Pordenonelegge e Palio di San Donato».

    Il 23, 24 e 25 settembre saranno molte le agevolazioni a cui avranno diritto i visitatori di Gusti: il biglietto ridotto riservato agli under 26, con uno sconto del 20 per cento sul prezzo e il biglietto gratuito dedicato agli under 12 accompagnati da due adulti. Le promozioni sono valide per i viaggi in ambito regionale con arrivo o partenza da Gorizia.
    Il primo treno straordinario partirà venerdì 25 settembre da Trieste alle 19.45, con fermate intermedie a Miramare, Bivio d'Aurisina, Sistiana, Monfalcone, Ronchi e Sagrado.

    La stessa sera partiranno dal capoluogo giuliano in direzione della  stazione di piazzale Martiri della Libertà altri cinque convogli straordinari, che completeranno la propria corsa a Udine, da dove il primo treno griffato Gusti di Frontiera partirà alle 20.35. Da Gorizia partiranno invece tre treni di ritorno (0.10, 1.15 e 2.15) diretti e Udine, e due per Trieste (1.20, 2.20).

    Venerdì saranno previsti 31 treni verso Gorizia, per un totale di 13.057 posti disponibili, sabato 44 mezzi e  20.256 posti, 41 corse e 18.566 visitatori  la domenica. Sarà garantito un servizio di assistenza alle persone a ridotta mobilità e saranno presenti 15 addetti che assisteranno i viaggiatori, con nove turni di rinforzo nell'arco del weekend per le biglietterie di Gorizia e Monfalcone.

    Potenziati anche i bus navetta dell'Azienda che collegheranno a partire dalle 16, nelle giornate di venerdì e sabato, e dalle 11 nella giornata di domenica, i parcheggi scambiatori (Sdag, PalaBigot, via della Barca e Casa Rossa, oltre alla navetta dalla stazione ferroviaria) con il cuore della manifestazione.