24 ottobre 2018
Aggiornato 00:30

La Regione forma 265 persone per farle diventare operatori socio-sanitari

Si tratta di uno dei profili più ricercati sul mercato del lavoro. Sono stati approvati e finanziati 11 corsi per formare queste figure professionali del settore sanitario
Nuove opportunità per diventare operatore socio-sanitario annunciare dal'assessore Panariti
Nuove opportunità per diventare operatore socio-sanitario annunciare dal'assessore Panariti (Montenero)

TRIESTE - Duecento e sessantacinque persone, attualmente disoccupate, alle quali verrà offerto, in forma gratuita, un percorso formativo per la qualifica di operatore socio-sanitario (Oss), che risulta essere uno dei profili più ricercati sul mercato del lavoro.
Lo stabilisce un decreto, formalizzato con la pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione (Bur), con cui vengono approvati e finanziati 11 corsi per formare queste figure professionali del settore sanitario.

Corsi a Trieste, Pordenone, Udine e Tolmezzo
Come ha sottolineato l'assessore regionale al Lavoro Loredana Panariti, non solo sono stati definiti, in collaborazione con la direzione centrale alla Salute, i fabbisogni formativi, ma si è provveduto anche ad aggiornare i contenuti dei corsi ai nuovi standard definiti dalle direttive europee.
Nello specifico, infatti, saranno realizzati 4 corsi di formazione di base di 1.000 ore e 7 corsi di formazione abbreviata di misure compensative Oss (516 ore), per giovani o adulti disoccupati ed in possesso del diploma di Tecnico dei servizi sociali o dei servizi sanitari (Tss), conseguito presso gli Istituti professionali di Stato (Ips) a favore dei quali è stato deliberato, a marzo scorso, uno specifico percorso formativo redatto d'intesa con i referenti degli Istituti stessi.
Più dettagliatamente saranno organizzati 3 corsi a Trieste, (2 di 1.000 ore e uno di 516 ore per diplomati all'Ips rivolto ai giovani di età compresa tra 18 e 29 anni ); 4 corsi a Udine  (2 di formazione iniziale e 2 per diplomati Ips) ed infine 2 corsi per diplomati ( giovani) a Pordenone e 2 a Tolmezzo, di cui 1 riservato ai giovani. Va ricordato, inoltre, che è prevista, per il tirocinio, un'indennità oraria di presenza di 1,5 euro.

A disposizione ci sono fondi pari a 991 mila euro
Gli enti di formazione accreditati dalla Regione Friuli Venezia Giulia che realizzeranno questi percorsi formativi per disoccupati sono l'Enaip Fvg a Trieste, l'Indar a Udine, l'Arsap per Pordenone e il Cramars per Tolmezzo. Ad essi ci si potrà rivolgere a partire da domani, mercoledì 15 settembre, per richieste informazioni e per le iscrizioni.
Per la realizzazione del programma di formazione di nuovi Oss il finanziamento previsto è pari a 991.459 euro.
«Ritengo - ha affermato ancora l'assessore - che, per il sistema di formazione professionale regionale, questo sia, non solo per le risorse impegnate, uno dei Programmi specifici più importanti tra quelli finanziati dal Fondo sociale europeo. Il Programma di formazione per Operatori socio – sanitari risponde, infatti, sia alla necessità di inserimento lavorativo di nuovo personale - ha concluso l'assessore Panariti - sia alle aspettative di stabilizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori occupati nell'area dei servizi alla persona, accrescendone la professionalità con un'evidente ricaduta sulla qualità dell'assistenza erogata ad una delle componenti più fragili della popolazione».