15 novembre 2018
Aggiornato 02:30

Bancarotta da 6 milioni di euro nell'Isontino, sei indagati

Indagine della Gdf su societÓ di escavazioni e movimento terra. Sei persone sono indagate dalla Procura della Repubblica di Gorizia
I militari della Gdf al lavoro
I militari della Gdf al lavoro (Gdf Fvg)

GORIZIA - Sei persone sono indagate dalla Procura della Repubblica di Gorizia in un'indagine condotta dalla Guardia di Finanza sul fallimento di di un'azienda di famiglia operante nel monfalconese nel settore delle escavazioni e del movimento terra.

I reati contestati sono bancarotta fraudolenta patrimoniale e ricorso abusivo al credito, in una serie di operazioni che hanno portato le Fiamme Gialle a scoprire un'evasione fiscale per sei milioni di euro.

Secondo le indagini, cinque componenti di un'unica famiglia e un loro socio hanno condotto al dissesto e all'insolvenza la loro società a discapito dell'Erario, di banche e di diversi creditori, attraverso la distrazione di 'assets', del valore complessivo di circa 32 milioni di euro (macchinari, automezzi, importanti contratti d'appalto in corso d'opera), ceduti, senza corrispettivo e senza valida giustificazione economica, a un'impresa estera di diritto sud americana riconducibile alla stessa famiglia.