16 luglio 2019
Aggiornato 18:30
La scoperta

Usura: chiedeva tassi fino al 180%, arrestato

Operazione dei carabinieri a Trieste. Le indagini proseguono. Nel guai un uomo, originario di Palermo, di 68 anni, da tempo residente in città
Giro di usura scoperto dai carabinieri
Giro di usura scoperto dai carabinieri Diario di Trieste

TRIESTE - I carabinieri del Nucleo Investigativo hanno arrestato un uomo, originario di Palermo, di 68 anni, da tempo residente a Trieste, per usura continuata ed aggravata, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere.

L'uomo è responsabile di aver preteso interessi usurari in cambio di prestazioni di denaro da almeno due vittime accertate, entrambe triestine. Persone che, per disperazione, si erano rivolte a lui costrette a pagare tassi usurari del 120 e perfino del 180 per cento annuo. Tra gli indizi di reità raccolti, i beni trovati nella sua abitazione: oltre 3.000 euro in contanti, 5 assegni non intestati del valore di oltre 6.500 euro, firmati dalle vittime e detenuti per garanzia del credito vantato, una carta di credito/bancomat, due ricevute di vendita di 174,56 grammi di oro, rilasciate da esercizi commerciali sloveni, per un totale di 4.884 euro; e inoltre una carta Postepay e un libretto postale.

Le indagini proseguono per accertare eventuali altri casi e complici.