16 luglio 2019
Aggiornato 18:00
Dato diffuso nell'ambito di Barcolana

In crescita il settore cantieristico e navale del Friuli Venezia Giulia

Nel 2015 quasi 7 mila persone avviate al lavoro, il che corrisponde a un incremento annuo del 107%
Numeri positivi dal settore della cantieristica navale
Numeri positivi dal settore della cantieristica navale Adobe Stock

TRIESTE - Con quasi 7 mila persone avviate al lavoro nel 2015, il che corrisponde a un incremento annuo del 107%, il settore cantieristico e navale del Friuli Venezia Giulia si presenta come uno dei più promettenti in termini di impiego e
crescita delle aziende. E' quanto emerge dal convegno 'Comparto marittimo: formazione e occupazione', ospitato a Trieste all'interno del Villaggio Barcolana.
Le prospettive di sviluppo dell'economia legata al mare sono state illustrate, tra gli altri, anche dall'assessore regionale a
Lavoro e Formazione, Loredana Panariti, dal segretario generale dell'Autorità portuale di Trieste, Mario Sommariva, nonché da Stefano Beduschi e Bruno Zvech, rispettivamente presidente e direttore dell'Accademia nautica.

"Di fronte ai dati che evidenziano la crescita del comparto marittimo - ha detto Panariti - è importante rafforzare l'offerta
formativa in relazione a quei mestieri, per i quali la domanda è sempre maggiore». Pertanto, secondo l'assessore, è fondamentale che ci sia un dialogo tra aziende e il mondo della scuola, dell'università e della formazione, affinché i corsi offerti ai giovani, ma non solo, rispondano alle esigenze del mercato. Le amministrazioni pubbliche, in particolare la Regione, devono dunque operare in funzione di questa esigenza. "E' un compito importante che l'amministrazione regionale sta adempiendo gestendo in modo mirato le risorse del Fondo sociale europeo", ha spiegato Panariti.

Tuttavia, oltre a calibrare l'offerta formativa, la Regione offre assistenza alle imprese durante la ricerca di personale.
L'iniziativa attualmente in corso, concordata con una nota compagnia crocieristica, ne è la dimostrazione: l'Agenzia
regionale per il Lavoro in collaborazione con l'Università di Trieste hanno infatti predisposto la selezione di candidati che,
il 22 ottobre a bordo della nave Costa Mediterranea, affronteranno l'ultima selezione prima dell'assunzione.
Delle tante opportunità di lavoro che giungono dal mare, ovvero da settori quali cantieristica, trasporti, magazzinaggio e
logistica, hanno poi parlato Sommariva, Beduschi e Zvech. Il segretario dell'Autorità portuale, in particolare, ha fatto presente come lo scalo triestino sia in una fase "di grande dinamicità", il che è testimoniato anche dalla ricerca di 15 diversi profili da assumere con contratto a tempo indeterminato.