15 giugno 2019
Aggiornato 23:00
Tragedia sulla strada

Morto dopo lo schianto in viale Miramare. Aveva 20 anni

Residente a Caneva (PN), studente di giurisprudenza a Trieste. Dopo lo scontro, l’inutile rianimazione a Cattinara. Lascia i genitori e un fratello

TRIESTE – Doveva essere una pausa con gli amici al castello di Miramare, in quelle due ore libere tra un corso e l’altro. Invece l’auto è uscita di strada a causa della pioggia e uno dei tre studenti a bordo non ce l’ha fatta. Si chiamava Vittorio Lenisa e aveva vent’anni, viaggiava sul sedile posteriore della Lancia Y, sul lato sinistro, proprio quello che è entrato in collisione con l’Alfa Romeo Giulietta che arrivava dal lato opposto. I vigili del fuoco lo hanno estratto dall’auto, capovolta dopo l’impatto, è stato necessario usare le pinze oleodinamiche perchè il ragazzo era incastrato tra le lamiere. Poi la rianimazione all’ospedale di Cattinara, e il terrificante epilogo.

Chi era Vittorio
Studiava all’Università di Trieste, Vittorio, ed era residente a Caneva (PN), dove la sua famiglia è molto conosciuta. Il padre gestisce un mobilificio, la madre una farmacia e il fratello è un pilota di aerei di linea. Al loro muto dolore si uniscono migliaia di voci sulla bacheca Facebook del ragazzo, ancora attiva, dove parenti, amici e conoscenti  stanno accumulando commenti di cordoglio.