25 aprile 2019
Aggiornato 08:00
Il crac delle cooperative

Sbloccati 15 milioni per risarcire gli ex soci Coop

Venduti i locali del Tower Center di Fiume, un’operazione che permetterà di risarcire i risparmiatori di un altro 10 percento. Finora era stato rimborsato il 60

TRIESTE - Buona notizia per gli ex risparmiatori delle Cooperative  operaie. Coop Trgovine ha concluso le trattative e incassato 15 milioni di euro grazie alla vendita degli uffici e dei magazzini nel centro commerciale Tower Center di Fiume. 9 milioni derivati dalla vendita e altri 6 dal saldo effettivo degli affitti degli immobili alla società Konzum.

Il debito si assottiglia
I 15 milioni corrispondono al 10 percento del debito verso chi aveva depositato i propri risparmi nei libretti Coop prima del crac. Finora ne è stato restituito solo il 60 percento, in parte incassato con una ‘polizza salva soci’ delle Generali e in parte con la vendita dell’ex Ingross, complesso immobiliare di Valmaura che è stato acquistato dalla Metro cash & carry la quale si è proposta di farne un megastore.

Più vicini all’obbiettivo
L’obbiettivo dichiarato, che i nuovi sviluppi hanno reso più raggiungibile, è dell’81 percento del risarcimento totale, un totale di 83 milioni su 103 complessivi, traguardo che si va approssimando per merito di questa operazione commerciale, di certo la più significativa riguardo alla situazione presente. Quasi 17 mila, i soci che hanno dato fiducia alle Cooperative, e i cui risparmi sono in parte congelati per bancarotta. Per fortuna il processo di rimborso è in progressione.