20 giugno 2018
Aggiornato 09:00
Cronaca | Il trionfo del tatuaggio

Bilancio positivo per The International Tattoo Expo

Oltre duecento i professionisti del settore presenti da tutto il mondo, migliaia di ingressi registrati, e centinaia di persone giunte a Trieste per farsi tatuare proprio nel corso dell’evento

L'International Tattoo Expo (© Giada Genzo)

TRIESTE - Bilancio più che positivo per The International Tattoo Expo, la rassegna dedicata ai tatuaggi, organizzata da venerdì a domenica al Salone degli Incanti di Trieste. E ora si pensa già al 2017, quando la kermesse festeggerà il decimo traguardo e promette ancora di sorprendere.

I numeri
Oltre duecento i professionisti del settore presenti da tutto il mondo quest’anno, migliaia di ingressi registrati, in particolare nella giornata di domenica, e centinaia di persone giunte a Trieste per farsi tatuare proprio nel corso dell’evento, approfittando di nomi famosi e di stili particolari.  Nei vari corner allestiti aghi e colori non si sono mai fermati, mentre su sedie e lettini si sono alternate persone di tutte le età, pronte a farsi imprimere sulla pelle immagini più o mento grandi, scegliendo tra i tatuatori con attenzione.

I vincitori
A completare la manifestazione anche un ricco calendario di appuntamenti, tra musica, arte e spettacoli, oltre a stand che hanno proposto anche piercing, abbigliamento e oggettistica legata sempre al settore.
Sul fronte dei contest riservati ai tatuatori, le gare che hanno messo a confronto i vari artisti, venerdì il Best Friday è stato vinto da Riccardo Coan, sabato il Best Tribal da Luigi Marchini, il Best Color da Giuseppe Bonelli, Il Best Other Styles da Andrea Kheper, il Best Saturday da Alessandro Perticucci. Domenica le competizioni hanno visto in luce per il Best Black and Grey Tatoo Dejan, per il Best Tradizional Luke Torti e il premio Best of the Show è stato vinto da Stefano Tognoni.
Molto apprezzati anche gli spettacoli di body painting e delle pin up, oltre a tutti gli eventi proposti sul palco nella tre giorni.