21 ottobre 2019
Aggiornato 04:00
È nato disgraziato

Tram di Opicina fermo fino all’estate. Nel frattempo sarà un giocattolo

In corso le indagini sull’incidente di agosto, la procura investiga sul manovratore. Le riparazioni riprenderanno a procedura conclusa. Nel frattempo un appassionato di Lego sta per commercializzare il modellino del tram

TRIESTE - Dopo lo scontro di agosto, che ha reso le due carrozze blu del tram di Opicina inservibili, partono le indagini a carico del manovratore, S.S., per verificare il grado di colpa nell’incidente. Una volta risolte le investigazioni della procura si potrà iniziare la riparazione delle vetture, ma devono prima essere verificate le cause della collisione e l’effettivo rispetto di tutte le norme di sicurezza. L’intero iter non permetterà che il tram venga messo sui binari prima del prossimo giugno.

L’incidente
Due vetture coinvolte nella collisione: una di prova e una di linea, purtroppo non c’era soltanto il «Povero frenatore» della nota canzone popolare, sono stati coinvolti e feriti altri otto passeggeri. Il guidatore è stato sbalzato fuori dalla cabina di guida, sfondando la parete divisoria che lo separava dal resto della vettura, e in questo modo non è stato schiacciato dalle lamiere. A oggi sono in corso ben tre inchieste: l'indagine della magistratura, l'Azienda sanitaria e la commissione interna della Trieste Trasporti e dell'Ustif (organismo del ministero delle Infrastrutture). I tram sono al momento sotto sequestro, finchè le indagini non saranno completate non inizieranno i (lunghi) lavori di riparazione.

Il tram di Lego
Ci ha pensato qualcun altro, a rimettere insieme un tram molto simile e in perfette condizioni, anche se in scala molto ridotta e con i mattocini Lego. L’autore si chiama Diego Mozina, il suo soprannome è Prisonbricks, un adulto con moglie e figli che sfoga la sua creatività con i popolari mattoncini. Dopo una fase di progettazione ha ordinato su internet i pezzi sfusi e ha assemblato un tram di Opicina perfettamente verosimile nelle proporzioni.

Lego Ideas
Il suo ultimo progetto è raggiungere i 10.000 ‘Like’ su Facebook in modo da poter partecipare al progetto ‘Lego Ideas’ e far valutare la sua creazione a una giuria internazionale. In caso di idoneità, il tram componibile sarà commercializzato e i triestini potranno avere un surrogato del mezzo pubblico favorito in attesa della sua nuova partenza.