25 giugno 2018
Aggiornato 02:30
Eventi & Cultura | L’artista della natura

Marcello lo Giudice, ancora per pochi giorni la mostra a Miramare

Fino a domenica 20 novembre al Castello saranno esposte le opere di un pittore e scultore impegnato nel sociale e nella causa ambientalista

L'arte di Marcello lo Giudice a Miramare (© Volpe e Sain)

TRIESTE – Evento espositivo d'eccezione al Castello di Miramare di Trieste: è visitabile fino a domenica 20 novembre 2016 ‘Blu/Bleu’, la mostra personale dell’artista Marcello Lo Giudice, un itinerario di straordinaria suggestione che accompagna il pubblico dalle sale del XIX secolo del Castello, in particolare la Sala Rosa dei Venti dove è internamente allestita la mostra, alle terrazze e al piazzale antistante il Castello, sino al porticciolo che si affaccia sul golfo, dove ulteriori opere sono posizionate.

‘Guerra’
Come il grande totem ‘Guerra’, concepito dall’artista nel 1999 come atto di sensibilizzazione contro tutte le guerre: una scultura di oltre due metri realizzata con brandelli di lenzuola e materassi strappati e bruciati, rappresentazione viva e materiale dello spaesamento generato da guerre e conflitti nel mondo. Le atmosfere ottocentesche del Castello volute da Massimiliano D’Asburgo si mixano infatti alle possenti esplosioni cromatiche della pittura di Marcello Lo Giudice.

Altre opere
Il Museo piu’ noto e amato di Trieste ma anche uno dei piu’ frequentati in assoluto in Italia, con oltre 254mila visite solo nel 2015, ospita la mostra promossa che valorizza una delle personalità artistiche piu’ apprezzate della nuova frontiera dell'informale europeo. 
All’esterno del Castello di Miramare si alterneranno sculture, totem e una delle installazioni piu’ note e celebrate di Marcello Lo Giudice, ‘Dalla primavera del Botticelli’, una imponente silhouette alta 3,5 metri, composta da oltre un migliaio di farfalle in ceramica d'Albisola dipinte a mano dall'artista: miriadi di farfalle colorate, metafora del passaggio dalla morte a una nuova vita spirituale e di una natura incontaminata e vergine, sublime come era il nostro pianeta nel primo giorno della creazione.

L’artista della natura
Marcello Lo Giudice è in prima linea per diverse cause ambientali: ha esposto in favore della sensibilizzazione contro l’estinzione degli elefanti; e nel 2014 ha sostenuto concretamente il progetto «Save the Mediterranean Sea» attraverso la stampa in litografia del suo libro d'arte "Bleu" dedicato al mare e al finanziamento di aree marine protette e biodiversità nel Mare Mediterraneo. Ma è impegnato anche sul versante sociale: nel 2013 e’ stato artista internazionale della Croce Rossa per il suo impegno a favore dei bimbi orfani dei Paesi in guerra.  Marcello Lo Giudice è inserito tra i magnifici 500 artisti al mondo, secondo i report annuali di Artribune e Artprice, e fra i 12 artisti italiani più quotati nelle aste di riferimento fra Londra e New York.
La mostra ‘Blu/Bleu’ conta su un elegante catalogo con interventi, fra gli altri, di Octavio Prenz e Tahar Ben Jelloun e anticipa la prossima personale di Marcello Lo Giudice in programma, a inizio 2017, nel tempio dell’arte contemporanea al Marble Palace di Sanpietroburgo, di seguito alla personale di Robert Indiana e prima di quella dedicata a Fernando Botero.   Orari di visita: 9/18.30 all’interno del Castello, 8/19 all’esterno.