27 ottobre 2021
Aggiornato 09:00
Salari pubblici in aumento

Dopo 7 anni di spending review, aumentano gli stipendi in Regione

Dopo una trattativa di sei mesi e uno sciopero in maggio, un incremento di circa il 3% nelle buste paga di 14.000 dipendenti regionali

TRIESTE - Dal 2018 i lavoratori del comparto unico regionale avranno un aumento in busta paga fino a 75 euro mensili Lordi. La trattativa è iniziata sei mesi fa, in seguito a uno sciopero, ed è il primo mutamento di rotta dopo una spending review durata 7 anni. 14 mila persone coinvolte, un incremento circa del 3% (come rivela ‘Il Piccolo), un risultato a lungo richiesto dai sindacati, che erano sul punto di organizzare un secondo sciopero.
Casualità o meno, la firma dell’accordo avviene a due settimane dal referendum, da cui le accuse di strumentalizzazione da parte dell’opposizione.

Un obbiettivo quasi raggiunto
L’assessore alle autonomie Panontin si dichiara soddisfatto del ddl, precisando che l’idea di fondo era quella di avvicinare le fasce di reddito più basse (e maggiormante danneggiate dalla crisi) a quelle più alte. Sono ancora da definire le condizioni relative a congedo parentale a ore, permessi per visite mediche, indennità di missione, alimentazione dei fondi produttività e spese per la formazione. Gli aumenti saranno distribuiti anno per anno, il raggiungimento del tetto massimo sarà previsto dopo 2 anni.