18 agosto 2018
Aggiornato 16:05

La festa dell’albero in piazza Hortis

L'edizione 2016, organizzata da Legambiente Trieste e Bioest avrà luogo a Trieste e sarà dedicata al consumo di suolo
La festa dell'albero
La festa dell'albero (Legambiente)

TRIESTE - Anche a Trieste, come in tantissime altre città italiane, si celebra la Festa dell'Albero. La ricorrenza, dedicata quest'anno al preoccupante fenomeno del consumo di suolo, verrà festeggiata lunedì 21 novembre 2016 alle 16 in piazza Hortis a Trieste con un incontro per conoscere la storia della piazza, letture sotto l'albero e canti corali. L'invito a partecipare è rivolto a tutta la cittadinanza per abbracciare, non solo idealmente, ma con un'azione simbolica, gli alberi, i più potenti alleati che abbiamo per contrastare il riscaldamento globale e difendere il nostro futuro, unendosi tutti in un grande abbraccio ad un albero.
Per l'occasione, il professor Aldo Messina, esperto di archeologia medievale, introdurrà alla storia della piazza.
Seguiranno le ‘Letture sotto l'albero’ a cura dell'associazione ‘L'una e l'altra’ per raccontare la storia degli alberi di piazza Hortis. La manifestazione si concluderà con un momento di canto corale. Sarà inoltre possibile firmare la petizione contro il consumo del suolo.

#SALVAILSUOLO
«Gli alberi – rilevano gli organizzatori - costituiscono una risorsa naturale contro il riscaldamento globale e la loro presenza garantisce una risposta sicura ed efficace ai danni causati dalle attività umane. Con questa e altre iniziative di sensibilizzazione vogliamo diffondere una cultura di rispetto e gratitudine verso questi infaticabili polmoni verdi del pianeta: l'invito a tutti è di partecipare e raccontare poi con una foto il significato degli alberi nella propria vita o scattata mentre si abbraccia un albero condividendola poi sui social utilizzando l'hashtag #SALVAILSUOLO. Proteggere gli alberi vuol dire proteggere il futuro. Proteggete anche voi un albero!».

La festa dell’albero
La Festa dell'Albero si celebra, come ogni anno, il 20 e il 21 novembre con tante iniziative nei territori, dove, grazie alla piantumazione di giovani alberi in zone degradate, parchi cittadini e cortili delle scuole guadagneranno vivibilità e nuova bellezza. Gli alberi, i nostri amici più preziosi in natura, ci proteggono dall'inquinamento atmosferico e acustico, contribuiscono a mitigare gli effetti dei mutamenti climatici, riducono il pericolo di frane e smottamenti. Rendono unici i nostri paesaggi, ci regalano ombra, frutti, legno.

La petizione
Ogni anno in Europa vengono inghiottiti dal cemento 1.000 chilometri quadrati di suolo nell'assenza totale di norme condivise che lo difendano. Per questo oltre 300 associazioni in tutta Europa, tra cui Legambiente, insieme ai cittadini, si sono mobilitate per chiedere all'UE norme specifiche per tutelare il suolo, bene essenziale alla vita, come l'acqua e l'aria. E' possibile firmare la petizione su: www.salvailsuolo.it
Inoltre sarà possibile firmare la petizione anche in piazza durante la manifestazione.
Qui la pagina ufficiale dell'evento.