13 maggio 2021
Aggiornato 05:30
Il prossimo futuro del Fish market

Il mercato ittico sarà in Porto Vecchio, gli ultimi aggiornamenti

Intorno ai 5 milioni per la realizzazione, prevista la formula del project financing. Si calcolano tre anni di lavoro, i magazzini individuati sono il 28 e il 30

TRIESTE - 4,5 milioni di Euro per l'abbattimento di un capannone o 6 milioni per la ristrutturazione di una struttura esistente è la cifra prevista per il progetto del nuovo mercato ittico che prevede la formula del project financing, mentre i 50 milioni di contributo statale andranno destinati a interventi per quello che diventerà il polo museale.
Questo è trapelato dalla Commissione Trasparenza, convocata dal presidente Roberto De Gioia a proposito del trasferimento del mercato ittico in Porto Vecchio. Sono due quindi le possibilità, e le tempistiche di realizzazione si aggirano intorno ai tre anni, durante i quali il mercato rimarrà all’ex Gaslini.

Valutazioni e critiche
L'assessore al Commercio Lorenzo Giorgi assicura che la città avrà il suo mercato in porto vecchio e sono già stati selezionati i magazzini 28 e 30, molti aspetti sono ancora da chiarire e si procederà con la realizzazione del progetto quando il quadro completo degli interventi sarà delineato.
Alcuni dubbi dall’opposizione, come la capogruppo del Pd Fabiana Martini, che ha ricordato come i problemi relativi al mercato del pesce siano sorti già 15 anni fa, ai tempi della prima Giunta Dipiazza. L’idea di utilizzare l’ex Gaslini (che ha sempre presentato criticità a causa dei pali) era stata dell’attuale sindaco, ed è stata messa in pratica nel 2008, dopo 7 anni di mandato.