20 luglio 2019
Aggiornato 05:30
Il caso pediatrico

Tbc: 6 casi certificati, in tutto 18 positività al test

2 adulti e 4 bambini hanno contratto la Tubercolosi dopo il caso della pediatra contagiata lo scorso settembre. Asuits: “Nessun rischio di contagio”
6 casi certificati di Tbc
6 casi certificati di Tbc

TRIESTE – 18 i casi di positività ai test per la tubercolosi effettuati da Asuits in questi mesi. Sei di questi, quattro bambini e due adulti, hanno sviluppato la malattia, anche se non in forma contagiosa, per il tempestivo intervento farmacologico. Lo annuncia Ansa in data 14 dicembre. I controlli sono scattati lo scorso settembre dopo il contagio di una una pediatra addetta alla vaccinazione dei bambini in città.
Tra le 18 persone risultate positive al test, per 12 di questi non si può parlare né di malattia, nè di rischio trasmissibilità. I dati sono stati resi noti in data 14 dicembre dall'Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste (AsuiTs) che ha presentato i risultati della campagna anti-Tbc avviata in settembre.

I dati dell’Asuits
Il percorso di contenimento ha portato all'individuazione di 2.790 bambini sotto i sei anni entrati in contatto con la pediatra. Su 2.518 di questi sono stati effettuati i test per la Tbc: sono risultati quattro casi di tubercolosi non contagiosa e cinque casi di contagio che non hanno sviluppato la malattia.
L'Azienda sta ancora lavorando per raggiungere le famiglie di altri 294 bambini, al momento fuori regione o fuori Paese.