1 giugno 2020
Aggiornato 01:30
Sempre più controlli ai valichi

Rapina e sfruttamento della prostituzione: arrestati due latitanti, uno rumeno e uno albanese

Un uomo di 37 anni e uno di 35, a Basovizza e Fernetti, sono stati tratti in arresto a distanza di poche ore dai Carabinieri di Aurisina
Arrestati due latitanti dai Carabinieri di Aurisina
Arrestati due latitanti dai Carabinieri di Aurisina

TRIESTE - Due latitanti sono stati fermati e tratti in arresto il 19 dicembre dai Carabinieri della Compagnia di Aurisina. Il tutto è avvenuto in poche ore: prima, al valico di Basovizza, è stato fermato un uomo di 37 anni, B.A., di nazionalità albanese e implicato in un’organizzazione di Milano dedita allo sfruttamento della prostituzione. Il criminale era noto alle autorità, che lo hanno riconosciuto nonostante i documenti falsi, stava rientrando in Italia dal suo paese e ora dovrà scontare 4 anni e 3 mesi.

Il secondo arrestato
Sul secondo arrestato pendeva invece un ordine di carcerazione dalla Procura di Venezia: un anno e 11 mesi per rapina e favoreggiamento commessi a Trasaghis (Udine) nel 2006, e in provincia di Verona nel 2009. M.I., rumeno nato nel 1971, stava attraversando il confine di Stato di Fernetti a bordo di un autobus, fermato e ispezionato dai Carabinieri.
Entrambi sono stati accompagnati alla casa circondariale di Trieste a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.